Home » Covid, l’Oms spiazza tutti: “Non ha senso vaccinare adulti sani e bambini”

Covid, l’Oms spiazza tutti: “Non ha senso vaccinare adulti sani e bambini”

Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale dell’Oms ha parlato dei vaccini anti-Covid. Ghebreyesus ha fatto un’affermazione che può confondere molti. Il direttore dell’Oms ha parlato in particolare del vaccino ai bambini e della terza dose agli adulti e ha espresso un’opinione decisamente controcorrente.

Vaccino bambini e terza dose Oms

Vaccino bambini e terza dose Oms: “Non ha senso”

“Non ha senso dare la dose booster ad adulti sani o vaccinare i bambini, quando nel mondo ci sono operatori sanitari, anziani e altri gruppi ad alto rischio che stanno ancora aspettando la loro prima dose di vaccino anti-Covid.  L’eccezione, come abbiamo detto, sono gli individui  immunocompromessi”. Così ha affermato il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. Non è necessario per ora vaccinare i bambini e non è assolutamente urgente la terza dose. Allora perché già si parla insiste ancora così tanto sulla campagna vaccinale?

“Vaccino urgente nei Paesi a basso reddito”

”Ogni giorno si  somministrano 6 volte più dosi booster a livello globale rispetto alle dosi primarie nei Paesi a basso reddito. Questo è uno scandalo che va  fermato”. Oggi ”i Paesi con la più alta copertura vaccinale continuano ad  accumulare ancora più vaccini, mentre i Paesi a basso reddito continuano ad aspettare.” Il direttore ha poi parlato del progetto Covax,  l’iniziativa lanciata per garantire equo accesso alle iniezioni scudo. ”Funziona se ha i vaccini. Covax ha ora spedito quasi 500 milioni di vaccini in 144 Paesi e territori. E tutti i Paesi hanno iniziato a  vaccinare tranne due: Eritrea e Corea del Nord”.

“Per  raggiungere l’obiettivo dell’Oms di coprire il 40% della popolazione di ogni Paese entro fine anno, abbiamo bisogno di ulteriori 550  milioni di dosi”. Basta poco, l’equivalente di ”circa 10 giorni di produzione”. Purtroppo i vaccini ”da soli non porranno fine alla pandemia ma non possiamo porre fine alla pandemia a meno che non risolviamo la crisi globale dei vaccini”.