Home » Viterbo, ristoratore di 46 anni morto per un malore fuori dal suo locale 

Viterbo, ristoratore di 46 anni morto per un malore fuori dal suo locale 

Una notizia sconvolgente arriva da Viterbo. Un ristoratore di 46 anni si è sentito male fuori dal suo locale e per lui, nonostante l’intervento immediato dei soccorsi, non c’è stato nulla da fare. L’intera comunità è sotto choc: l’uomo proprio per via del suo lavoro era conosciuto da tutti. Una passione mai spenta per la cucina e un animo sempre attento ad accogliere i clienti. Stimato e ben voluto da tutti, il 46 enne lascia un vuoto incolmabile nel cuore dei familiari, degli amici e dei colleghi. Vediamo nel dettaglio che cos’è accaduto. (Continua a leggere dopo al foto)

Viterbo, ristoratore di 46 anni morto per un malore fuori dal suo locale

Nulla da fare per Massimo Meli, ristoratore titolare e chef del noto ristorante Lo Scorfano di Viterbo. L’uomo è morto a soli 46 anni per un malore improvviso fuori dal suo locale. Un dramma consumato nel giro di pochi minuti. Come riportato da Caffeina, Massimo ha iniziato ad accusare un malessere improvviso e si è accasciato al suolo non appena finito il suo turno di lavoro. Immediatamente sono giunti sul posto i soccorsi, i quali, dopo svariati tentativi per rianimarlo, non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. La notizia ha sconvolto l’intera comunità. L’uomo, infatti, era conosciuto da tutti in città poiché da anni gestiva diverse attività. Prima del ristorante di pesce Lo Scorfano nel quartiere San Pellegrino, Massimo era stato il proprietario dello storico ristorante La Pentolaccia in via delle Fabbriche.

Il saluto di amici, parenti e colleghi

Che dire? La scomparsa improvvisa di Massimo Meli ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore di parenti, amici e colleghi. L’uomo con il suo mestiere era amato da tutti. I proprietari del locale L’ Alambicco del Presidente l’hanno voluto salutare attraverso un messaggio sulla loro pagina Facebook: «Siamo ancora sotto choc per quanto accaduto. È stata una notizia che ci ha letteralmente devastato». Al momento non è dato sapere quando ci saranno i funerali. I medici dovranno prima stabilire le cause che hanno scatenato il malore che poi ha portato al decesso di Massimo.