Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Al Bano, si propone come “mediatore” tra Russia e Ucraina: cosa sta succedendo

Al Bano in passato aveva espresso la propria stima per il presidente russo e si era pure esibito per quest’ultimo, ma ora davanti all’attacco militare all’Ucraina è rimasto completamente senza parole. Il cantante è molto apprezzato in tutti e due i Paesi. Anche se nel 2019 ha avuto un incidente diplomatico a Kiev: era stato inserito nella blacklist dei personaggi sgraditi e considerati pericolosi dall’Ucraina, per le sue simpatie nei confronti di Putin. Ora l’artista spera nella fine del conflitto tra Russia e Ucraina e si offre addirittura come “mediatore”. Vediamo insieme che cosa ha dichiarato all’Adnkronos. (Continua a leggere dopo la foto)

Al Bano, si propone come “mediatore” tra Russia e Ucraina: cosa sta succedendo

Durante una lunga intervista all‘Adnkronos, Al Bano ha espresso la sua personale opinione sulla guerra in corso tra Russia e Ucraina. Il cantante è arrivato addirittura ad offrirsi come mediatore tra le due parti: «Se potessi essere di aiuto per la pace andrei a cantare sul Pripyat pure di notte, pure a -30 gradi. Vedere le immagini della gente disperata sotto le bombe, dei bambini con lo sguardo perso mi fa stare male. Rinnovo l’appello al presidente Putin e alla Nato perché si impegnino tutti al massimo per uscire da questa situazione orrenda». Poi ha aggiunto: «Io sono nato nel 1943: ho vissuto la guerra senza averla capita. Ero troppo piccolo ma il rumore delle bombe mi è rimasto dentro. E mi auguro con tutto me stesso che i miei figli e i figli dei miei figli non debbano vivere questa esperienza di barbarie, di dolore, di paura. Spero che i delegati abbiano ben presente la posta in gioco». (Continua dopo la foto)

“Attenti ai corsi e ricorsi storici”

Sempre durante la lunga chiacchierata con l’Adnkronos, Al Bano, profondamente scosso dal conflitto nel cuore dell’Europa, ha concluso dicendo: «Attenti ai corsi e ricorsi storici: nel secolo scorso, dopo la Prima Guerra Mondiale arrivò la Spagnola. Spero proprio che oltre 100 anni di storia non siano passati invano e che non vogliamo proporre questa disgrazia al contrario, passando, dopo due anni di Covid, che ha già messo in ginocchio il mondo intero, alla Terza Guerra Mondiale».

Al Bano condanna l’attacco militare ordinato da Putin: “Un gesto che inorridisce”

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004