Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Bruno Arena dei Fichi D’India, dopo l’ictus torna sui social

Bruno Arena dei Fichi D’India torna sui social. Da tanti anni ormai, il comico ha lasciato il mondo dello spettacolo. Nel 2013 è stato colpito da un aneurisma cerebrale mentre registrava una puntata di Zelig. Dopo lunghi mesi di ricovero in ospedale è stato trasferito in una clinica per la riabilitazione. Ora Bruno è costretto sulla sedia a rotelle. Con il tempo è riuscito a recuperare alcune funzionalità. Max Cavallari, l’altro componente del duo comico ha pubblicato una foto insieme allo storico compagno. La loro amicizia è ancora solida e la foto insieme ne è la dimostrazione. I fan hanno mostrato tutta la loro commozione nel vedere questi due amici sempre insieme, anche nei momenti più difficili.

Bruno Arena Fichi D'india

Bruno Arena dei Fichi D’india, la foto con Max Cavallari

Max Cavallari, sua spalla professionale per anni e suo grande amico, appare in foto assieme a Bruno Arena. Nonostante la malattia, Max non lo ha mai lasciato solo. I due appaiono insieme in uno scatto di una passeggiata serale estiva. “Buonasera a tutti! Buon sabato sera! Un abbraccio fico a tutti!”, ha scritto Max su Facebook. I tantissimi commenti dimostrano come il pubblico continui a mostrargli grande affetto nonostante ormai da anni siano lontani dalle scene. “Bruno e Max siete e sarete sempre nei miei pensieri e non finirò mai ringraziarvi per le serate e risate divertenti che ci avete regalato e ancora potete regalarci”, ha commentato un fan del duo comico. Poi anche moltissimi complimenti a Max, che non ha mai abbandonato il suo amico. “È bellissimo vedere come gli sei vicino, vorrei avere un amico come te”.

Leggi anche: Alessia Marcuzzi, incidente al ristorante: “Stavo per morire”

Come sta Bruno Arena

Era il 2013 quando Bruno Arena venne colpito da aneurisma cerebrale mentre registrava una puntata di Zelig. Il comico è finito in ospedale e lì rimase per mesi. Poi si trasferì in una clinica di riabilitazione dove ha gradualmente recuperato diverse funzionalità, anche se l’ictus ha lasciato dei segni. Oggi si muove sulla sedia a rotelle e non ha sensibilità in alcune parti del corpo. Inoltre fa fatica a parlare, ma nonostante ciò il suo sguardo è attivo.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004