Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Piazzapulita”, Enrico Letta sbotta in diretta Tv: ecco cos’è successo

“Piazzapulita”, Enrico Letta sbotta in diretta Tv: ecco cos’è successo

Piazzapulita è il programma di approfondimento politico di La7 con ospiti in studio ed in collegamento condotto da Corrado Formigli. In questi giorni l’argomento maggiormente trattato durante le varie messe in onda è la polita: come ben sappiamo l’Italia si recherà al voto il prossimo 25 Settembre. Nel corso dell’ultima puntata di Piazzapulita tra gli ospiti in studio anche Enrico Letta, il quale ha avuto un vero e proprio sfogo in diretta Tv: vediamo nel dettaglio cos’è successo su La7. (Continua a leggere dopo la foto)

“Piazzapulita”, Enrico Letta sbotta in diretta Tv: ecco cos’è successo

In vista delle prossime elezioni del 25 Settembre 2022, i sondaggi sembrano dare il centrodestra in vantaggio di 20 punti sul centrosinistra, causando così malumori e incertezze. Nel corso dell’ultima puntata di Piazzapulita su La7 il padrone di casa ne ha parlato con Enrico Letta, Leader del Pd, il quale si è lasciato andare ad un lungo sfogo. E così Letta, come riportato da Libero, alla domanda su un possibile governo di larghe intese dopo il voto risponde ha risposto in maniera diretta senza giri di parole lasciando il pubblico da casa senza parole: “Questa storia che il centrodestra litigherà e che ci sarà un governo di larghe intese è una sonora min****ta. Con questo sistema elettorale ipermaggioritario chi vince governa. Chi vince le elezioni governa con un’ampia maggioranza. Quindi questa storia è una sonora min****ta”. (Continua a leggere dopo la foto)

Cos’è il Rosatellum

Dal 2017 è in vigore un sistema elettorale misto a separazione completa, ribattezzato Rosatellum bis: in ciascuno dei due rami del Parlamento, il 37% dei seggi assembleari è attribuito con un sistema maggioritario uninominale a turno unico, mentre il 61% degli scranni viene ripartito fra le liste concorrenti mediante un meccanismo proporzionale corretto con diverse clausole di sbarramento. Le candidature per quest’ultima componente sono presentate nell’ambito di collegi plurinominali, a ognuno dei quali spetta un numero prefissato di seggi; l’elettore non dispone del voto di preferenza né del voto disgiunto. La Costituzione stabilisce altresì che otto deputati e quattro senatori debbano essere prescelti dai cittadini italiani residenti all’estero.

“Piazzapulita”, scontro tra David Parenzo e la giornalista russa: caos in diretta

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004