Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Bonus da 1000 euro, novità prevista dalla Legge di bilancio 2022: ecco a chi spetta

Bonus da 1000 euro, novità prevista dalla Legge di bilancio 2022: ecco a chi spetta

Una novità interessante in questo rovente mese di agosto per i lavoratori. È prevista la possibilità di richiedere un nuovo bonus pari a 1.000 euro. Si tratta di una novità prevista dalla Legge di bilancio 2022, per cui sono stati stanziati 5 milioni di euro. Possono richiedere il bonus di 1.000 euro soltanto i lavoratori fragili, con determinate caratteristiche. Facciamo chiarezza e spieghiamo bene in cosa consiste. (continua a leggere dopo le foto)

clicca qui per legge tutte le News su TvZap 

Bonus da 1000 euro, novità prevista dalla Legge di bilancio 2022: ecco a chi spetta

Il “bonus ai lavoratori fragili” è un’indennità una tantum di 1.000 euro in favore dei soggetti destinatari nel 2021 della tutela prevista dall’articolo 26, comma 2, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Come si legge sul sito ufficiale dell’Inps “l’indennità è riconosciuta ai lavoratori dipendenti del settore privato aventi diritto all’assicurazione economica di malattia presso l’INPS che abbiano fruito nel 2021 del trattamento di cui all’articolo 26, comma 2, del decreto-legge 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge 27/2020, laddove la prestazione lavorativa non sia stata resa in modalità agile e qualora abbiano raggiunto il limite massimo indennizzabile di malattia”. Ci sono dei lavoratori che sono esclusi e riepiloghiamo quali sono i requisiti. (continua a leggere dopo le foto)

Chi può presentare la domanda

Il bonus da 1000 euro non spetta ai collaboratori familiari (colf e badanti); agli impiegati dell’industria; ai quadri (industria e artigianato); ai dirigenti; ai portieri; ai lavoratori autonomi; e infine ai lavoratori iscritti alla Gestione Separata. La domanda per il bonus ai lavoratori fragili deve essere presentata entro il 30 novembre 2022. (continua a leggere dopo le foto)

Quali sono i requisiti

Per avere diritto al bonus, il lavoratore deve possedere alcuni requisiti: essere stato nel 2021 lavoratore dipendente del settore privato avente diritto alla tutela previdenziale della malattia a carico dell’INPS; aver presentato nel 2021 uno o più certificati di malattia afferenti al comma 2, articolo 26 del decreto-legge 18/2020 convertito in legge 27/2020, in quanto lavoratore in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità o di certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita; aver superato nel 2021 il periodo massimo indennizzabile di malattia disciplinato dalla specifica normativa prevista per il lavoratore che presenta la domanda; non aver reso nel 2021 la prestazione lavorativa in modalità agile nei periodi per i quali il richiedente il bonus ha presentato certificati di malattia. (continua a leggere dopo le foto)

bonus 1000 euro

Bonus da 1000 euro, come inviare la richiesta

La domanda deve essere presentata all’INPS accedendo al servizio online dedicato tramite le proprie credenziali. In alternativa al portale web, l’indennità può essere richiesta attraverso una delle seguenti modalità: contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori); enti di patronato, mediante i servizi telematici offerti dagli stessi. Leggi anche l’articolo —> Allarme nei supermercati italiani: sta sparendo dal commercio

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure