Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Abusi su un bimbo di 7 anni disabile, il padre scopre l’orrore della madre e la denuncia

Abusi su un bimbo di 7 anni disabile, il padre scopre l’orrore della madre e la denuncia

Orrore a Capo d’Orlando, in provincia di Messina. La vittima di questo dramma è un bambino di 7 affetto da disabilità psico-motoria. Il bombo ha subito abusi sessuali da parte di una donna di 46 anni nonché sua madre. Il padre del piccolo ha scoperto l’orrore che il piccolo stava vivendo in casa sua e non ha potuto fare altro che denunciare la donna.

Donna abusa del figlio di 7 anni: il padre del bimbo la denuncia

Il padre del bambino ha scoperto l’orrore che la donna compieva sul figlio e l’ha subito denunciata. Come ha capito quello che stava succedendo? L’uomo ha trovato una registrazione audio sul telefonino della figlia, anche lei minorenne, dalla quale si comprendeva che la donna compiva abusi sul bambino.

La squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Capo d’Orlando, dirette dalla Procura della Repubblica di Patti, ha indagato sulla faccenda. Le forze dell’ordine hanno accertato l’esistenza, sull’apparecchio telefonico della figlia minore, di una conversazione fra due voci l’una femminile di adulta (chiamata mamma) e l’altra di bimbo ove si comprendeva che la donna compiva atti sessuali con il figlio minore.

Leggi anche: Rieti, intossicati dall’acqua minerale: diversi ricoveri

Cosa faceva la donna al figlio

Il Gip del Tribunale di Patti su richiesta del Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica Alice Parialò, ha provveduto con una misura cautelare nei confronti dell’indagata. Il motivo è l’aver compiuto con il figlio minore, di anni sette ed affetto da disabilità psico-motoria, atti sessuali consistiti nel reciproco toccamento di parti intime, in particolare della zona pubica. Segnatamente, la madre toccava il minore e a sua volta il piccolo su richiesta della madre compiva atti sessuali nei confronti della stessa, è scritto nell’atto di accusa.

La donna è quindi agli arresti domiciliari presso la propria abitazione di residenza dallo scorso 4 agosto. I figli non vivono più con lei, ora sono al sicuro con il padre.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure