Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Allarme in Italia, scatta il ritiro alimentare per rischio chimico

Allarme in Italia, scatta il ritiro alimentare per rischio chimico

Una nuova allerta alimentare ha determinato il ritiro di un altro prodotto dagli scaffali dei supermercati italiani. Ad emetterla, come sempre, il ministero della Salute che, avvisato di un rischio elevato dopo uno studio a campione, ha fatto partire la segnalazione e chiesto l’immediato ritiro del noto marchio dai market. Non è una novità: il Ministero è solito intervenire proprio per scongiurare che i consumatori vadano incontro a problemi di salute. (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Caffè contaminato, al via il ritiro nei negozi: il marchio da evitare

Allarme in Italia, scatta il ritiro alimentare per rischio chimico

Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio e a ritirare il prodotto dal mercato. In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita, e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale del Ministero della Salute. La pubblicazione del richiamo nel portale internet del Ministero è a cura della Regione competente per territorio, che lo riceve direttamente dall’OSA, previa valutazione della ASl. (continua a leggere dopo le foto)

Nel mirino le noccioline del supermercato Lidl

Nel mirino del Ministero della Salute stavolta le noccioline del supermercato Lidl. Nello specifico ad essere a rischio sarebbero le noccioline del marchio Alesto, che dalle analisi effettuate su un campione di prodotte, conterrebbe tracce di aflatossine oltre i limiti consentiti dalla legge. (continua a leggere dopo le foto)

salame

Allarme alimentare: l’ultimo avviso del Ministero di Salute

Ad essere richiamato per il ritiro è la confezione da 500 grammi con il numero di lotto 19522P e il termine minimo di conservazione (Tmc) 07/2023, come si legge nel documento pubblicato dal Ministero della Salute. La sede del produttore è Cavolino Daniele & Figli Roma Srl, in Via Campo di Carne 20/4 00040 RM. A scopo precauzionale, l’azienda raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto. Si invita a restituirlo al punto vendita Lidl d’acquisto per il rimborso. Il Ministero ha fatto tuttavia sapere che il richiamo riguarda solo alcuni punti vendita e che non sono stati coinvolti altri prodotti del marchio Alesto. Leggi anche l’articolo —> Gelato contaminato, nuovo ritiro dai supermercati del noto marchio

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure