Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Un altro femminicidio: uccisa a 16 anni da due coetanei, poi la scoperta choc

Un altro femminicidio: uccisa a 16 anni da due coetanei, poi la scoperta choc – Sono adolescenti le due persone accusate di aver massacrato una ragazza di 16 anni in un parco. I due pare avessero una lista con cinque nomi di persone che intendevano uccidere. Tra queste c’era la vittima dell’omicidio organizzato l’11 febbraio scorso. I suoi presunti assassini pare avessero dunque pianificato ogni dettaglio dell’uccisione. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Filippo Turetta rompe il silenzio dopo la morte di Giulia per la prima volta

Leggi anche: Filippo Turetta, la richiesta al cappellano in carcere

Un altro femminicidio: uccisa a 16 anni da due coetanei, poi la scoperta choc

Brianna Ghey, questo il nome della vittima, era transgender. Nato maschio, da qualche anno viveva e si vestiva come una ragazza. Gli imputati, che ora hanno 16 anni, si sono accusati reciprocamente dell’efferato omicidio, ma la giuria ha chiarito: “La tesi dell’accusa è che gli imputati sono ugualmente colpevoli. Agendo insieme, hanno pianificato ed eseguito il loro piano per ucciderla”. Il corpo di Brianna è stato scoperto da dog sitter in un parco a Culcheth, nel Cheshire, l’11 febbraio. La Crown Court di Manchester ha appreso che la studentessa è stata accoltellata 28 volte in una “aggressione prolungata e violenta”. I due accusati all’epoca dei fatti avevano 15 anni. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Giulia Cecchettin, tutto sulla sua famiglia d’origine: chi sono i suoi parenti

Leggi anche: Filippo Turetta, il parere del giudice: quanti anni potrebbero dargli

Brianna Ghey uccisa da due coetanei: la scoperta choc nei cellulari

La coetanea addirittura pare fosse “ossessionata” da lei, in quanto ai suoi occhi era “molto diversa” rispetto agli altri. Man mano, però, l’interesse della giovane era diventato molto oscuro, tanto da spingerla a pianificare la sua uccisione. Con l’aiuto di un suo coetaneo, la giovane ha attirato la vittima in un parco e l’ha uccisa. Nessuno dei due può essere nominato per ordine del tribunale a causa della loro età. Come riferisce la «Bbc» “i messaggi mostrano come avevano pianificato insieme di uccidere Brianna proprio nel modo in cui è stata effettivamente uccisa”. (continua a leggere dopo le foto)

Cosa hanno detto i giudici sul caso di Brianna Ghey

Difatti durante le indagini sono spuntate delle chat. In una si legge la frase choc “Sì, sarà più facile (riferito all’omicidio) e voglio vedere se urlerà come un uomo o una ragazza”. L’11 febbraio, come dicevamo, Brianna è stata uccisa in un parco a Culcheth, nel nord-ovest dell’Inghilterra. Il corpo senza vita della 16enne è stato trovato da una coppia che portava a spasso il cane. I paramedici hanno tentato di rianimarla, ma è stata dichiarata morta alle 16:02. È stata pugnalata 28 volte con un coltello da caccia di 13 centimetri comprato sei settimane prima. “Non c’è dubbio che sia stata vittima di un’aggressione prolungata e violenta”, ha concluso la giuria.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure