Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Tragedia allo zoo, bambina di 3 anni finisce in ospedale: attaccata da un animale

Tragedia allo zoo, bambina di 3 anni finisce in ospedale: attaccata da un animale

Bambina attaccata da un orso allo zoo

Un bambina è stata attaccata da un orso mentre si trovava allo zoo. La bambina, di 3 anni, ha infilato la mano nella gabbia dell’orso. Un gesto innocente che si è tramutato in tragedia. L’animale ha attaccato la piccola che ora si trova in ospedale. Le ha staccato un braccio.

Bambina attaccata da un’orso: tragedia allo zoo

La disavventura è accaduta lo scorso 18 ottobre a Sulaymaniyah, in Iraq. Forse la bambina, curiosa dell’animale, ha provato ad avvicinarsi. Ma la reazione dell’orso è stata tutto fuorché amichevole e la piccola è stata attaccata. Secondo quanto riportato dai media locali nessuno è riuscito a fermare in tempo la piccola vittima. La bimba è subito stata portata in ospedale per essere operata. Secondo quanto si apprende la bambina non sarebbe in pericolo di vita.

La piccola ha sicuramente agito inconsapevolmente, ma è stata anche sfortunata. L’orso, probabilmente alterato dallo stato di cattività, ha reagito male appena ha visto che la bambina si è avvicinata a lui e con un morso ha strappato via il braccio della piccola.

Leggi anche: Il delitto di Garlasco, Alberto Stasi è innocente? Le perizie che potrebbero riaprire il caso

Le critiche alla vicenda

Sono state diffuse su Twitter le foto della bambina, stesa su una barella e svenuta. Com’è potuto succedere un simile episodio? Sui social intanto, molti utenti hanno scelto di trovare un capro espiatorio: i genitori che non avrebbero prestato la giusta attenzione alla figlia di soli 3 anni. Altri invece hanno difeso il padre e la madre della piccola che non potevano prevedere una reazione così violenta da parte dell’animale. Intanto i funzionari hanno informato della chiusura dello zoo, per verificare se la struttura garantisca l’opportuna sicurezza ai visitatori. Si attendono dunque gli sviluppi delle indagini da parte delle autorità competenti. A loro toccherà fare chiarezza e stabilire le eventuali responsabilità sull’accaduto.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure