Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Bimbo di 3 anni trovato morto in macchina: il padre era andato a bere un drink

Bimbo di 3 anni trovato morto in macchina: il padre era andato a bere un drink

Dramma in Turchia, un’immane tragedia che lascia attoniti. Protagonista della dolorosa vicenda un certo Sifeddin Malahaji, 34 anni, colpevole di aver lasciato il figlio di soli 3 anni in macchina per più di mezz’ora. Secondo quanto riportato dai media durante quel lasso di tempo l’uomo sarebbe andato a bere un drink con il fratello. Al rientro il giovane avrebbe trovato il piccolo morto. (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Tragedia in vacanza, ragazzo stroncato da un malore: aveva soli 26 anni

Bimbo di 3 anni trovato morto in macchina: il padre era andato a bere un drink, ecco cosa è successo

Avrebbe lasciato il figlio in auto per andare a bere un drink con il fratello. Una volta, tornato in macchina, il 34enne avrebbe trovato il bimbo privo di vita. Sifeddin Malahaji ha detto di aver parcheggiato all’ombra e di aver lasciato il finestrino leggermente aperto. Probabilmente il ragazzino è morto per asfissia determinata dal troppo caldo. Il papà si è giustificato dicendo di averlo lasciato lì da solo per non svegliarlo. Qualsiasi sia stata la sua reale intenzione, i fatti non cambiano. Purtroppo il bimbo di tre anni è deceduto. (continua a leggere dopo le foto)

Secondo le prime indiscrezioni il piccolo sarebbe morto per asfissia

Sifeddin Malahaji ha lasciato suo figlio in macchina, da solo, per più di mezz’ora. Nel frattempo l’uomo è andato a bere un drink con suo fratello. Al suo ritorno si è reso conto del dramma: il piccolo è morto asfissiato. La temperatura esterna era di ben 37 gradi. La vicenda è avvenuta in Turchia, nello specifico ad Adana. (continua a leggere dopo le foto)

“Dormiva. Non volevo svegliarlo e ho lasciato i finestrini aperti”

Sifeddin non aveva minimamente pensato che sarebbe potuto succedere qualcosa del genere: «Ho lasciato l’auto all’ombra e poi ho fatto visita a mio fratello che si trovava a lavoro. Non volevo svegliarlo e quindi gli ho lasciato i finestrini aperti». Purtroppo, però, dopo mezz’ora le condizioni del piccolo erano già gravi. Il bimbo è stato trasportato d’urgenza in ospedale, però ogni tentativo è risultato vano. Le condizioni erano apparse fin da subito troppo allarmanti. I medici purtroppo dunque non hanno potuto intervenire né fare nulla per potergli salvare la vita. Leggi anche l’articolo —> Terribile scontro in Italia: coinvolte tre automobili, diversi i feriti. La situazione

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure