Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Bollo auto 2023 azzerato? Ecco a cosa sta lavorando il Governo

Bollo auto 2023 azzerato? Ecco a cosa sta lavorando il Governo

Bollo auto 2023

Social. Bollo auto 2023 azzerato? Ecco a cosa sta lavorando il Governo. Il bollo deve essere pagato annualmente da chi risulta proprietario di una o più automobili provvisti di assicurazione auto, indipendentemente dal fatto che il veicolo circoli o meno. L’importo dovuto dipende dalla potenza del veicolo, espressa in kW oppure in cavalli, e dal suo impatto ambientale. Nel caso non venga pagato si va incontro a delle sanzioni molto costose. Si può arrivare al fermo amministrativo o addirittura l’auto può venire confiscata. Il nuovo Governo presieduto da Giorgia Meloni sta davvero pensando di abolire questa particolare tassa? Vediamo insieme la loro idea. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Cosa succede se non pago il bollo auto? Sanzioni e rischi 

Bollo auto 2023 azzerato? Ecco a cosa sta lavorando il Governo

Il bollo auto lo pagano quasi tutti. Vi sono delle categorie che sono esenti da questa tassa di circolazione. Sono le autovetture immatricolate da più di trent’anni e chi è in possesso della Legge 104, ovvero le persone con disabilità ed i loro caregiver. Come riportato da Love Trading, il Governo Meloni vorrebbe andare oltre e sta valutando l’ipotesi della cancellazione automatica delle cartelle esattoriali fino alla cifra di 1000 euro. Un azzeramento che farebbe senz’altro piacere a tutti coloro che hanno qualche arretrato da pagare. Al momento si tratta soltanto di ipotesi, di voci non confermate ufficialmente. Forse il bollo auto 2023, o tassa di circolazione, nonché l’altra famigerata ed odiata tassa, ovvero il canone Rai, potrebbero rimanere, ma magari qualche cartella esattoriale ci potrebbe salutare per sempre. Quindi non che attendere notizie ufficiali da parte del Governo. (Continua a leggere dopo la foto)

Alcune informazioni utili su questa tassa

Il bollo auto ha un costo variabile che va calcolato in base ad una serie di fattori: la potenza del motore dell’automobile in kiloWatt, un valore che si ritrova sul libretto di circolazione del veicolo; la regione in cui risiede il proprietario del veicolo se diverso da chi guida l’auto; la classe ambientale del veicolo ovvero la categoria Euro a cui appartiene l’auto o il motoveicolo e il modello di auto. Cosa succede se non si paga il bollo auto? Se hai dimenticato di pagare il bollo auto e non sei un evasore, la questione si risolve facilmente: puoi pagare in un secondo momento, ovviamente con l’aggiunta del ravvedimento operoso.

Puoi pagare entro 14 giorni dalla scadenza con un sovrapprezzo dello 0,1% della somma dovuta per ogni giorno che passa dalla data prestabilita per il saldo del bollo auto. Dai 15 ai 30 giorni, la multa è pari ad un decimo della somma da corrispondere; dai 31 ai 90 giorni, è dell’1,67%; dopo i 90 giorni fino ad un anno dal mancato pagamento si parla del 3,75%; dopo l’anno non si può più usare il ravvedimento operoso e si applica la multa del 30% della somma dovuta più un interesse moroso pari allo 0.5% della somma da aggiungere di sei mesi (di ritardo) in sei mesi all’importo totale da corrispondere.

Leggi anche –> Addio al bollo auto e veicoli esonerati? Ecco come stanno davvero le cose

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure