Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Conti degli italiani a rischio, l’inflazione colpisce i risparmi: cosa sta succedendo

Conti degli italiani a rischio, l’inflazione colpisce i risparmi: cosa sta succedendo

Conti italiani a rischio inflazione

Social. Conti degli italiani a rischio, l’inflazione colpisce i risparmi: cosa sta succedendo. Non è un periodo molto florido per le tasche degli italiani: la crisi economica dovuta prima ai due anni di pandemia e poi alla guerra in Ucraina sta mettendo a dura prova le tasche di molti cittadini. Arrivare a fine mese è sempre più difficile e ora sono a rischio anche i risparmi di molti italiani. L’inflazione si ripercuoterà in maniera drastica su molte famiglie italiane. È questo l’allarmante quadro emerso dal rapporto Wealth Insights 2022 di Prometeia e Ipsos, i cui dati sono stati pubblicati in anteprima dal Corriere della Sera. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> È allarme sui conti correnti bancari: cosa sta succedendo

Conti degli italiani a rischio, l’inflazione colpisce i risparmi: cosa sta succedendo

L’inflazione si ripercuoterà in maniera drastica sui risparmi delle famiglie italiane. È questo l’allarmante quadro emerso dal rapporto Wealth Insights 2022 di Prometeia e Ipsos, i cui dati sono stati pubblicati in anteprima dal Corriere della Sera. L’analisi evidenzia come nel 2023 i piccoli e i grandi patrimoni degli italiani, ovvero i loro risparmi, subiranno una brusca frenata. Il caro vita sarà responsabile della perdita di 270 miliardi di euro entro la fine del prossimo anno. Il lavoro di analisi è stato basato su due trend: i flussi di risparmio e i rendimenti di mercato.

Su Qui Finanza si legge che “la perdita media, intesa come mancata ricchezza accumulata, per le famiglie che sono riuscite a mettere da parte almeno 25 mila euro, ammonterà al 2,8%. Per chi ha risparmi tra i 25 mila e i 50 mila euro la percentuale salirà al 6,6%, mentre si fermerà a solo l’1,8% per chi ha più di 100 mila euro in banca. A pesare sui piccoli risparmiatori saranno i rincari sui beni primari, che si tradurranno in spese alte per le utenze di luce, gas, acqua e spazzatura e per i beni alimentari. L’inflazione dei nuclei con minori possibilità economiche è pari all’11,2%, di oltre 3 punti percentuali l’8% che rappresenta l’incremento annuo medio dei prezzi. Per i più ricchi l’inflazione stimata è solo del 7,1%”. (Continua a leggere dopo la foto)

Quanto pesa l’inflazione sugli investimenti degli italiani

Per quanto riguarda gli investimenti, invece, sono i più ricchi a rimetterci. Per i portafogli le perdite medie saranno del 4%, che saliranno al 4,8% per chi ha almeno 100 mila euro impegnati, si fermeranno al 2,5% sotto quella soglia. La spiegazione è da rintracciare nel cattivo andamento del mercato. In sostanza l’inflazione colpirà diversamente i flussi di risparmi e i mercati finanziari, colpendo sia gli italiani con patrimoni più alti che quelli con patrimoni più bassi. Una cosa però va precisata. Nell’ultimo periodo l’inflazione sta lentamente tornando a livelli nella norma in tutta Europa. Nonostante ciò sentiremo i suoi effetti a lungo. Ad esempio, nel 2023 aumenterà il numero di italiani in povertà assoluta.

Leggi anche –> Blitz sui conti correnti dei pensionati: cosa fare per evitare problemi

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure