Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Ha dolori lancinanti, va in ospedale ma la rimandano subito a casa: poi la tragedia

Ha dolori lancinanti, va in ospedale ma la rimandano subito a casa: poi la tragedia

Una donna, Lucia Gobbi, ha denunciato un caso di malasanità. È successo in Italia, a Tolmezzo, in provincia di Udine e la protagonista è la madre di Lucia, Diomira. La donna si è recata in ospedale con dolori lancinanti. Una volta arrivata nella struttura sanitaria, il personale ha sottovalutato il problema. Poi la tragedia. Cos’è successo? La diagnosi del male che aveva ha scioccato la famiglia. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Incidente Casal Palocco, parla il parroco: come sta la mamma di Manuel

Leggi anche: Aria condizionata in auto: maxi multe in arrivo. Ecco quando si rischia

Tolmezzo, caso di malasanità: ha dolori lancinanti ma non la curano

La figlia della vittima di un caso di malasanità in Italia ha parlato al Messaggero Veneto, per denunciare quanto successo a sua madre. “Già a maggio del 2022 avevamo cercato di farla ricoverare a Tolmezzo, ma secondo i medici non era necessario. Mia madre continuava a stare male e il 4 ottobre abbiamo chiamato l’ambulanza su indicazione del medico di famiglia che aveva anche indicato la necessità di fare degli accertamenti”, ha dichiarato. I dolori di Diomira, una donna di 78 anni, sono iniziati lo scorso anno. Finalmente a ottobre, la visita al pronto soccorso: ma va malissimo. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Crolla il ponte, treno cade nel fiume: è allarme per i residenti

Leggi anche: Kata scomparsa, la notizia da brividi sui residenti dell’hotel

La diagnosi choc

“Dopo un’ora e mezza in Pronto soccorso e dopo una visita durata 7 minuti, senza fare analisi, mia madre è stata rimandata a casa, con la diagnosi di un deperimento dovuto ai farmaci”, ha spiegato Lucia. Ma le condizioni della madre si sono poi aggravate, fino al 20 febbraio 2023. Lucia quel giorno ha chiamato nuovamente l’ambulanza. Una volta in ospedale è arrivata la notizia choc. Diomira era malata: aveva un tumore diffuso e incurabile. (Continua dopo le foto)

“Mi chiedo se con indagini tempestive le si sarebbe potuto evitare tanto tormento”, ha dichiarato Lucia affranta per ciò che è successo alla madre. “Mia madre soffriva perché stava morendo e io non lo sapevo, avremmo potuto trascorrere quei 4 mesi diversamente, anche attivando le cure palliative a domicilio e, quando mi chiese una sigaretta che le ho negato, gliela avrei data”, ha detto.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure