Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“È stato ucciso a Kharkiv”. Duro colpo per Vladimir Putin, la notizia poco fa

Brutto colpo per il presidente russo Vladimir Putin. L’annuncio è arrivato poco fa: “È stato ucciso a Kharkiv“. Il conflitto russo-ucraino, iniziato nel febbraio 2014 e scoppiato definitivamente qualche settimana fa con l’invasione dell’Ucraina, miete un’altra vittima. In questo articolo vi spieghiamo nei dettagli tutto quello che è successo. (Continua dopo la foto…)

La guerra tra Russia e Ucraina

Il conflitto tra Russia e Ucraina è iniziato nel febbraio 2014, quando gruppi di soldati russi hanno preso il controllo di una serie di posizioni strategiche ed infrastrutture in Crimea. I principali motivi di scontro tra Russia e Ucraina sono: lo status della Crimea, della regione del Donbass e la possibile adesione dell’Ucraina alla NATO. Lo scontro si è acuito nell’aprile 2014, quando, in seguito alle proteste pubbliche pro-Russia nell’area del Donbass, sfociate poi in una guerra tra governo ucraino e separatisti russi, si sono formate due repubbliche popolari indipendenti: Doneck e Lugansk. Il conflitto ha poi vissuto una fase sicuramente significativa nel febbraio 2022, quando il presidente russo Vladimir Putin ha deciso di invadere definitivamente l’Ucraina. L’esercito russo ha colpito la capitale Kiev, la città di Kharkiv e i due porti strategici di Odessa e Mariupol. L’azione è stata condannata dalla Nato e da tutti gli Stati presenti al suo interno. L’Ucraina ha iniziato una strenua resistenza contro l’esercito russo. Nel frattempo, Putin ha avvertito i suoi avversari di non intervenire altrimenti potrebbero esserci “conseguenze mai viste finora” ed ha messo in stato di allerta la forza di dissuasione russa. Nei confronti della Russia sono state inasprite le sanzioni. (Continua dopo la foto…)

Invasione Ucraina, gente in fuga: code ai bancomat, limitati i prelievi

Guerra Russia-Ucraina, Putin può davvero lanciare la bomba atomica?

Brutto colpo per Putin: “È morto a Kharkiv”

Vitaly Gerasimov, maggiore generale russo di 45 anni, sarebbe morto nei combattimenti nei pressi di Kharkiv, seconda città più grande dell’Ucraina sotto assedio da giorni. La notizia è stata diffusa dall’agenzia di intelligence militare ucraina. La Russia al momento non ha ancora rilasciato commenti e non ci sono fonti indipendenti che lo confermerebbero. Nei giorni scorsi è stata annunciata anche la morte di Andrei Sukhovetsky, comandante generale della 7a divisione aviotrasportata russa. Gerasimov è un veterano dell’esercito ed è stato impegnato con le forze russe anche in Siria e in Cecenia, oltre che durante la crisi della Crimea nel 2014. Sukhovetsky sarebbe rimasto vittima di un cecchino ucraino che lo avrebbe colpito a 1500 metri di distanza.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure