Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Formaggi ritirati dal Ministero della Salute: “Sono pieni di batteri”

Spesso alcuni prodotti in commercio vengono ritirare per qualche motivo legato alla mancata conservazione oppure all’errato utilizzo dei prodotti. Sul portale per la tutela della salute dei consumatori, il Ministero della Salute ha pubblicato di recente la segnalazione di un nuovo allarme alimentare. La richiesta di richiamo del prodotto alimentare si riferisce a un particolare tipo di formaggio fresco che si trova in commercio in numerosi supermercati italiani. Vediamo nel dettaglio qual è il prodotto da non mangiare assolutamente. (Continua a leggere dopo la foto)

Formaggi ritirati dal Ministero della Salute: se li avete in frigo buttateli subito

In queste ultime ore il Ministero della Salute ha lanciato un nuovo allarme alimentare. La richiesta di richiamo del prodotto alimentare si riferisce a un particolare tipo di formaggio fresco che si trova in commercio in numerosi supermercati italiani. Con l’arrivo dell’estate è diventato sempre più verosimile che avvengano delle contaminazioni di alimenti.  A questo proposito, il Ministero della Salute della Repubblica è stato costretto al ritiro dal banco frigo di di una tipologia fresca, realizzata con latte di recente mungitura che non prevede la presenza di fermenti artificiali. In commercio ne esistono diversi tipi a seconda della stagionatura, il più noto dei quali è il formaggio Valtellina.

Il richiamo del formaggio Latteria è stato motivato dalla “possibile presenza di Listeria Monocytogenes”. La numerazione del lotto è la 4027 con la marcatura di identificazione del produttore numero 03165. Il prodotto ha una data di scadenza rispettivamente indicata per il 18 giugno 2022 e per il 1° luglio 2022. Il Ministero della Salute ha imposto a chi ha acquistato il prodotto di non consumarlo, ma di riportarlo al punto vendita per il rimborso dell’importo speso. (Continua a leggere dopo la foto)

Che cos’è la Listeria Monocytogenes

Listeria Monocytogenes è un batterio presente nel suolo, sull’acqua e nella vegetazione. Esso può contaminare diversi alimenti, tra cui latte, verdura, formaggi molli, carni poco cotte, ed è responsabile della listeriosi. I sintomi più presenti dell’infezione sono: nausea, febbre, diarrea e dolori muscolati. Dal momento che si tratta di un’infezione di origine batterica, il trattamento della listeria si basa su una terapia antibiotica (sia per gli adulti che per i bambini). La prevenzione è fondamentale per prevenire la listeria. Di basilare importanza è l’applicazione delle norme di igiene previste per tutte le tossinfezioni alimentari.

Allerta alimentare, interviene il Ministero della Salute: attenzione a questo prodotto tipico estivo

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure