Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Forno elettrico, come risparmiare sulla bolletta: attenzione a questo tasto

Forno elettrico, come risparmiare sulla bolletta: attenzione a questo tasto

Forse non tutti sanno che non è necessario preriscaldare il forno per ogni tipo di alimento da cuocere. Evitare questa pratica può aiutarci a risparmiare sulla bolletta dell’elettricità. Ecco qualche consiglio su come utilizzare il forno elettrico al meglio.

Preriscaldare il forno: per quali alimenti è meglio farlo

Per carni rosse come manzo, maiale è necessario preriscaldare il forno fino a 200° affinché la cottura sia ideale. La stessa regola vale per la cottura delle verdure. Anche nella preparazione dei dolci è meglio preriscaldare il forno. Perché la pasta dei pasticcini si gonfi, ad esempio, il forno deve essere preriscaldato a 180 gradi circa. Lo stesso vale per le pizze o il pane fatto in casa.

Diverso è per le torte. In tal caso, non è necessario preriscaldare il forno, poiché questo tipo di carne è particolare e bisogna stare attenti a come la si prepara. Basterà posizionarla sul fondo del forno affinché possa il fondo della torta beneficiare del calore che viene dalla parte inferiore dello stesso. Anche per le torte salate si può fare in tal modo. Se metterete la carne di pollame, in un forno già caldo, questa si attaccherà tutta e diventerà secca. Il segreto è cuocerla in un forno freddo a 150 gradi. In questo modo la carne cuocerà in modo lento e resterà tenera.

Leggi anche: Meteo, brusco calo delle temperature, 10 gradi in meno: quando e dove

Come risparmiare sulla bolletta nell’utilizzo del forno

Un enorme svantaggio dell’utilizzo del forno preriscaldato lo si nota nella bolletta. Il forno infatti è uno degli elettrodomestici che consumano di più in assoluto: è quindi necessario stare attenti a come lo si utilizza. Basterà stare attenti a riscaldare il forno solo con 10 minuti di anticipo. E se volete ancora risparmiare, non dimenticate di spegnerlo da 10 a 15 minuti prima della fine della cottura: il calore ci sarà ancora e questo potrà continuare a cuocere quello che state preparando.

Un altro accorgimento utile è quello di utilizzare un mini-forno, che consuma circa il 30% in meno rispetto a un forno normale. E inoltre assicuratevi che sia classificato A in termini di dispendio energetico, poiché all’anno vi fa consumare poco.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure