Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Gianluca Vialli, orrore dopo la morte: il terribile gesto

Gianluca Vialli, orrore dopo la morte: il terribile gesto

Gianluca Vialli

Social. Gianluca Vialli, oltraggio alla sua memoria: imbrattati cartelloni pubblicitari. Vialli è stato un calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano, di ruolo attaccante. Tra i migliori centravanti degli anni 80 e 90 del XX secolo, rientra nella ristretta cerchia dei calciatori che hanno vinto tutte e tre le principali competizioni UEFA per club, unico fra gli attaccanti. Purtroppo, a causa di una terribile malattia Gianluca è morto a 58 anni il 6 Gennaio 2023 a Londra, nella clinica dopo era ricoverato da tempo. In questi giorni è stato compiuto un gesto decisamente di cattivo gusto nei confronti della sua memoria. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Gianluca Vialli, l’ultimo vocale a Marino Bartoletti commuove tutti: il video

Gianluca Vialli, oltraggio alla sua memoria: imbrattati cartelloni pubblicitari

Mentre il mondo del calcio sta ancora piangendo la scomparsa a 58 anni di Gianluca Vialli, a Genova, c’è qualcuno che ha pensato di ferire il suo ricordo. Un gesto davvero senza precedenti. Come riportato da Leggo, vicino allo stadio Luigi Ferraris, nel quartiere di Marassi, dove Luca Vialli è stato amato e rispettato, un cartellone pubblicitario di una nota ditta di pompe funebri è stato imbrattato con la scritta “G.L. Vialli Rip”. Si vedono anche i colori della Sampdoria. Un gesto pieno di disprezzo e odio ingiustificato contro un uomo buono, che ha combattuto in silenzio la sua battaglia cercando sempre di dare speranza a chiunque incontrasse lungo il suo cammino. (Continua a leggere dopo la foto)

gianluca vialli

Qualche aneddoto in più sulla sua vita privata

Gianluca Vialli è stato un calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano, di ruolo attaccante. Vincitore di numerosi trofei in campo nazionale e internazionale, è stato capocannoniere dell’Europeo Under-21 1986, della Coppa Italia 1988-1989 (in cui ha stabilito, con 13 reti, il record assoluto di realizzazioni in una singola edizione del torneo), della Coppa delle Coppe 1989-1990 e della Serie A 1990-1991. Tra il 1985 e il 1992 ha totalizzato 59 presenze e 16 reti nella nazionale italiana, prendendo parte a due Mondiali (Messico 1986 e Italia 1990) e un Europeo (Germania Ovest 1988); al suo attivo anche 21 gare e 11 gol con l’Under-21, con cui ha disputato due Europei di categoria (1984 e 1986). Più volte candidato al Pallone d’oro, si è classificato 7º nelle edizioni 1988 e 1991. Infine, nel 2015 è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano.

Leggi anche –> Gianluca Vialli, le parole del suo medico: come ha affrontato il tumore al pancreas

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure