Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Ilaria Salis è uscita dal carcere: cosa succede ora

ilaria salis

Social. Ilaria Salis, dopo oltre quindici mesi, ha lasciato il carcere  di massima sicurezza di Gyorskocsi utca. Scopriamo insieme che cosa accadrà adesso e quali sono state le parole del padre. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Harry e Meghan, l’indiscrezione choc su Lady Diana

Leggi anche: Terremoto, nuova scossa in Italia: tremano i banchi delle scuole

ilaria salis

Ilaria Salis è uscita dal carcere

Ilaria Salis è finalmente uscita dal carcere dopo oltre quindici mesi. Salis è stata arrestata lo scorso 11 febbraio 2023 insieme a due antifascisti tedeschi ed è stata portata in carcere con l’accusa di aver partecipato a due aggressioni nei confronti di tre militanti di estrema destra e di far parte di un’associazione criminale. Il 15 maggio, una commissione di secondo grado del tribunale di Budapest aveva accolto il ricorso che era stato presentato dai suoi legali. I riflettori sul caso si erano accesi subito dopo le prime udienze, quando Salis è stata portata in tribunale con le manette ai polsi, una catena tirata da un agente come se fosse un guinzaglio e ceppi alle caviglie. (Continua a leggere dopo la foto)

ilaria salis

Ilaria Salis, le immagini che avevano suscitato le polemiche contro l’Ungheria

L’uscita delle immagini in cui Ilaria Salis appariva in tribunale con le manette ai polsi, una catena tirata da un agente come se fosse un guinzaglio e ceppi alle caviglie, aveva scatenato numerose polemiche e critiche nei confronti dell’Ungheria. Salis è stata candidata alle prossime elezioni europee, nella lista di Alleanza Verdi Sinistra, che si terranno l’8 e il 9 giugno (2024). In caso di elezione al Parlamento Europeo, per la cittadina italiana scatterebbe l’immunità e potrà tornare libera. Secondo il regolamento dell’europarlamento, i suoi membri non possono essere arrestati o sottoposti a restrizioni della loro libertà per la durata del mandato, a meno di arresto in flagranza di reato. La procura generale ungherese, inoltre, dovrebbe chiedere al Parlamento Europeo l’autorizzazione a procedere. Se dovesse essere concessa, il suo processo riprenderebbe, ma Salis potrebbe affrontarlo da donna libera.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure