Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Limite ai contanti, da Natale cambia tutto: cosa si potrà fare

Limite ai contanti, da Natale cambia tutto: cosa si potrà fare

LIMITE CONTANTI 2022

SOCIAL. Arriva il limite ai contanti, giusto giusto per le vacanze di Natale. Ecco infatti che questa misura entra nelle nostre vite a fronte di uno dei problemi che affligge la nostra nazione: l’evasione fiscale. Un modo per limitare i danni è quindi l’abolizione sistematica del denaro contante che arriva dopo le multe per i commercianti che non possiedono il POS. Ecco quindi quanto possiamo prelevare a Natale.

>> Manovra, aumento delle accise sul tabacco: cosa succede nel 2023

Limite a contanti e pos

Arriva quindi il limite ai contanti, mossa del governo atta a colmare i problemi dovuti dall’evasione fiscale, seconda solo alla disposizione governativa che regolamenta le multe ai commerciati per i pos. Infatti la norma in vigore prevede l’obbligo di pos in tutte le attività commerciali per disincentivare l’uso del contante e combattere anche la “piccola” evasione fiscale. Il provvedimento, ancora in vigore, fortemente voluto dal governo Draghi e dall’ex ministro dell’Economia Franco prevede sanzioni pari a 30 euro a cui si aggiunge il 4% della transazione espressamente rifiutata.

LIMITE CONTANTI 2022

Questa linea di Governo, strettamente atta al controllo viene messa in dubbio Giorgia Meloni che, aveva infatti già dichiarato che l’unico strumento di pagamento gratuito è il contante, a differenza di carte e applicazioni che invece permettono a imprese e banche di guadagnarci.

Ecco quanto si potrà prelevare da Natale in poi

Ne consegue quindi la messa in atto del limite ai contanti, sopratutto per quanto riguarda il periodo Natalizio. Nel periodo delle feste del 2022 cambieranno i limiti di prelievo dai Bancomat che fino a questo momento il limite mensile è di 1000 euro. Nel periodo di Natale, invece, salirà a 2000 euro, per permettere ai cittadini di avere maggiore libertà in questo periodo dove generalmente i lavoratori ricevono la tredicesima e altri bonus. Dovete sapere, inoltre, che il limite di 2000 euro si riferisce non solo al prelievo agli sportelli, ma anche agli scambi, alle vendite, alle donazioni, ai prestiti e a qualsiasi tipo di  passaggio di denaro contante.

Tetto del contante a 5mila euro da gennaio 2023

Dall’1 gennaio 2023 la tanta contestata soglia dei pagamenti in contanti verrà alzata a 5mila euro. A oggi il limite era fissato a 2mila euro e dal prossimo anno, senza un intervento da parte del governo, sarebbe dovuto scendere a mille come deciso dall’esecutivo Draghi. E’ bene ricordare, tuttavia, che l’indicazione del nuovo tetto ai contanti è stata proposta dapprima nel Decreto aiuti quater e quindi inserito dal nuovo governo Meloni nella bozza di legge di Bilancio 2023, testo dovrà ancora passare il vaglio del parlamento entro la fine del mese di dicembre.

Leggi anche l’articolo —> Costo della benzina, dal 1° dicembre 2022 cambia tutto: le novità

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure