Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Messina Denaro, le parole del vicino di casa

Messina Denaro, le parole del vicino di casa

matteo messina denaro dichiarazioni vicino di casa

Matteo Messina Denaro dichiarazioni vicino di casa. L’arresto di Matteo Messina Denaro ha letteralmente scosso il mondo. Il super boss era latitante da circa trent’anni. I carabinieri del Ros l’hanno bloccato presso la clinica La Maddalena di Palermo, dove si recava da circa un anno per curarsi da un tumore al colon. Gli agenti adesso stanno setacciando la zona di Castelvetrano per cercare indizi sulla sua lunga latitanza. È stato ascoltato anche il suo vicino di casa. (Continua…)

LEGGI ANCHE: Matteo Messina Denaro in carcere, “comportamento anomalo”: lo strano biglietto ai Ros

Matteo Messina Denaro, le dichiarazioni del vicino di casa

La polizia sta passando al setaccio la zona di Castelvetrano, luogo in cui viveva Matteo Messina Denaro. Sarebbero stati trovati ben tre covi dell’ex super latitante. La primula rossa è stata arrestata a Palermo presso la clinica La Maddalena dopo circa trent’anni di latitanza. Il covo dell’ex super latitante di Cosa Nostra è stato individuato in un appartamento del centro di Campobello di Mazara, poco distante dal suo paese d’origine. Il super boss aveva assunto l’identità del geometra Andrea Bonafede.

Nel paese tutti descrivono Matteo Messina Denaro come una persona gentile, garbata, che conduceva una vita regolare. È stato ascoltato anche il vicino di casa, che ha dichiarato: “Non so se viveva con qualcuno, l’ho visto sempre solo. Quando poi ieri ho visto arrivare quattro, cinque macchine dei carabinieri ho capito che stava succedendo qualcosa. Ci dicevamo soltanto ‘buongiorno’ e ‘buonasera’. Che vi devo dire? La legge lo cercava e ha fatto bene che l’ha preso“. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: Matteo Messina Denaro, le prime parole che ha pronunciato in carcere

La malattia di cui soffre

Matteo Messina Denaro è stato intercettato presso la clinica La Maddalena di Palermo. Il super latitante si recava lì da circa un anno per curarsi da un tumore al colon. Adesso si trova nel carcere di massima sicurezza dell’Aquila e ieri avrebbe dovuto ricevere il primo ciclo di chemioterapia. Sembrerebbe, però, che Denaro abbia rifiutato le cure, chiedendo di ascoltare prima il medico che l’ha curato nell’ultimo anno. Nei prossimi giorni, i giudici decideranno se accettare o meno la richiesta del super boss di Cosa Nostra.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure