Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Muore lanciandosi in un pozzo e lascia un biglietto: choc in Italia

Il gesto folle di un uomo di 70 anni che ha deciso di suicidarsi lanciandosi in un pozzo. È successo questa mattina 4 luglio in un piccolo comune in provincia di Frosinone. Inutile l’intervento dei soccorsi. Purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche: Ucciso da un terribile tumore: è morto Zacchetti

Leggi anche: Tragico incidente in teleferica: muore una donna. Era insieme alla famiglia

Muore lanciandosi in un pozzo

Tragedia in via Pantano a Pofi, dove un uomo di circa settant’anni è precipitato in un pozzo. Sul posto i vigili del fuoco del comando provinciale di Frosinone con le speciali squadre e il Personale Ares 118 hanno svolto tutte le operazioni di recupero, che si sono purtroppo concluse con il peggiore degli esiti: quando i soccorritori lo hanno tirato fuori, l’uomo era già morto. Inizialmente si pensava che si trattasse di un tragico incidente, in quanto vicino al pozzo c’era una sedia, la verità è che il gesto è stato volontario. (continua dopo la foto)

Leggi anche: “Dov’è nascosto”, Giacomo Bozzoli in fuga dopo la condanna: la rivelazione del suocero

Il biglietto d’addio

E’ Franco De Santis il pensionato morto questa mattina in seguito ad una caduto in fondo ad un profondo pozzo. L’ipotesi più probabile è che l’uomo fosse precipitato nel pozzo per una tragica fatalità. Il 70enne potrebbe essere caduto mentre cercava di riparare la pompa ma non è così. Dalle poche informazioni raccolte sembra comunque che l’uomo soffrisse di depressione e che vivesse da solo in quella casa in via Pantane. Nell’abitazione dell’anziano è stato ritrovato un biglietto in cui salutava tutte le persone che conosceva. I funerali di Franco De Santis, che non era sposato e che da alcuni anni viveva solo dopo la morte della madre) si svolgeranno domani, venerdì 5 luglio, alle 16 nella chiesa di San Rocco.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure