Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Niccolò Ghedini, è successo durante i funerali: il gesto improvviso

Niccolò Ghedini, è successo durante i funerali: il gesto improvviso

Niccolò Ghedini, classe 1959, è stato un avvocato e politico italiano, noto soprattutto per essere stato per molti anni l’avvocato personale di Silvio Berlusconi. L’uomo si è spento il 17 agosto 2022 a 62 anni, a causa di una grave forma di leucemia, per la quale era ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano. I funerali di Niccolò Ghedini, avvocato e parlamentare di Forza Italia, si sono tenuti questa mattina 20 Agosto 2022 presso la chiesa di Santa Maria di Sala a Venezia. Vediamo insieme chi era presente e che cos’è accaduto durante le esequie. (Continua a leggere dopo la foto)

Niccolò Ghedini, è successo durante i funerali: il gesto improvviso

I funerali di Niccolò Ghedini si sono celebrati oggi 20 Agosto 2022 a Santa Maria di Sala, cittadina tra Padova e Venezia dove viveva, lontano dai clamori romani. Sulla sua bara è stata appoggiata la toga da avvocato. “Non vado a cavallo, non scio. Il mio hobby è il mia lavoro”, amava ripetere il senatore azzurro. E la sua vita era la sua famiglia: all’arrivo del feretro, insieme ai familiari, è stato portato anche uno dei cani dei Ghedini, un terranova nero di nome Thor, rimasto poi accucciato, in attesa, sul sagrato della chiesa.

Ad attendere il feretro di Ghedini all’esterno della piccola chiesa veneziana tantissimi concittadini dell’avvocato e la sindaca Natascia Rocchi. Tra le autorità, anche il presidente del Veneto, Luca Zaia, e il sindaco di Padova, Sergio Giordani. Particolarmente commosso il collega di studio Piero Longo. Fra gli altri presenti, Marina Berlusconi e Gianni Letta. Assente Silvio Berlusconi, il quale è rimasto in Sardegna. Alle esequie erano inoltre presenti il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, la capogruppo del Senato Anna Maria Bernini, assieme alla presidente del Senato, Elisabetta Casellati. (Continua a leggere dopo la foto)

Le parole della sorella e del nipote

Scomparso mercoledì a 62 anni, Niccolò Ghedini rivive nei ricordi d’infanzia della sorella e in quelli del nipote Luca Favini, entrato pure lui a far parte del team legale di via Altinate. Sua sorella guardando al passato ai microfoni del Corriere della Sera ha dichiarato: “Quando papà morì, Niccolò avrà avuto si e no quindici anni mentre io e le mie sorelle Francesca e Luisa Ippolita, eravamo molto più grandi. Fu un duro colpo, per fortuna eravamo una famiglia solida e ci pensò mamma Renata a tenerci uniti, compatti: mio fratello, che da giovane era anche piuttosto scapestrato, non avrebbe mai fatto nulla che potesse deluderla”.

Poi parlando della malattia di Niccolò ha detto: “È stato un soldato. Ha affrontato la malattia, e poi la morte, con la stessa dignità che l’ha accompagnato per tutta la vita”. Infine suo nipote ha aggiunto: “Circa un anno e mezzo fa, e vista la sua cultura aveva capito immediatamente la gravità della situazione. Ad ogni modo si sottopose subito alle cure e intanto continuava a seguire il lavoro: mi chiedeva di aggiornarlo, mi dava consigli, mi spronava a fare sempre bene”.

Niccolò Ghedini, addio allo storico avvocato di Silvio Berlusconi: com’è morto

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure