Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Non fatevi ingannare! Panettoni e pandori, scatta l’allarme: la terribile scoperta

Non fatevi ingannare! Panettoni e pandori, scatta l’allarme: la terribile scoperta

Panettoni pandori 2022

Social. Panettoni e pandori 2022, quali comprare: tutte le informazioni. Mancano davvero pochissimi giorni al Natale e le persone stanno già iniziando a comprare decorazioni e prodotti tipici di questo periodo magico. Tra i tanti prodotti più venduti e richiesti di questo momento dell’anno non possono mancare panettoni e pandori. Ma quali sono i migliori da acquistare al supermercato? Per scegliere il prodotto miglio bisogna fare molta attenzione e non credere a tutte le classifiche che girano sul web (e non solo) in questi giorni. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> La pessima notizia per questo Natale: italiani su tutte le furie. Cosa succederà

Panettoni e pandori 2022, quali comprare: tutte le informazioni

Per scegliere il migliore pandoro o panettone in commercio bisogna fare attenzione alle varie classifiche che girano sul web in questo periodo. Infatti, la maggior parte degli articoli pubblicati in questo periodo riguardano classifiche vecchie dello scorso anno, poiché non c’è ancora nessuna classifica nuova del 2022. Alcuni siti precisano che la classifica di Altroconsumo risale al 2021, altri invece fanno riferimento al Natale 2022. Milioni di italiani sono già alla ricerca nei supermercati e negozi dei migliori e più convenienti panettoni e pandori da comprare per questo Natale. Ma prestate attenzione alle classifiche vecchie rilanciate da molti siti. Si, la classifica è corretta, peccato che si tratti di quella dell’anno scorso. Come potete leggere anche sul sito ufficiale di Altroconsumo, compare un avviso: “Vogliamo darti risultati ed informazioni sempre freschi. A breve pubblicheremo i risultati completi dei nostri nuovo test sul pandoro. Idem per il panettone”. Quindi bisogna pazientare ancora qualche giorno prima di fare acquisti. (Continua a leggere dopo la foto)

Qualche curiosità in più sui questi due prodotti

Il panettone è un dolce tipico milanese, associato alle tradizioni gastronomiche del Natale e ampiamente diffuso in tutta Italia, Venezuela, Argentina, Uruguay, Brasile, Perù e altri paesi. La più antica, e certa, attestazione di “pani grossi” prodotti con burro, uvetta e spezie si trova in un registro delle spese del collegio Borromeo di Pavia del 1599: il 23 dicembre di quell’anno nell’elenco delle portate previste per il pranzo di Natale compaiono anche le spese per 5 libbre di burro, 2 di uvetta e 3 once di spezie date al prestinaro per confezionare 13 “pani grossi” da donare ai collegiali il giorno di Natale. A partire dagli anni ’50 del XX secolo si è affermata la produzione industriale del panettone grazie al quale il prodotto si è diffuso in tutta Italia tramite soprattutto la Grande Distribuzione Organizzata.

Il pandoro è un tipico dolce veronese che viene consumato soprattutto durante le festività natalizie. È uno dei dolci natalizi più tipici in Italia. Deriva dal nome in lingua veneta “pan de oro” e veniva servito sulle tavole dei ricchi veneziani insieme al nadalin. La pasta è soffice e di colore dorato, per la presenza delle uova, e profuma di vaniglia. La forma è a tronco, con rilievi a forma di stella, solitamente a otto punte. Fra gli ingredienti principali vi sono farina, zucchero, uova, burro, burro di cacao e lievito. La tecnica di preparazione è comunque complessa prevedendo molte fasi di lavorazione. Le origini della ricetta sono da ricercare ai tempi dell’antica Roma, e se ne fa menzione in uno scritto minore che risale al primo secolo d.C.La nascita della ricetta moderna, almeno come la intendiamo oggi, risale all’Ottocento. Il 14 ottobre 1894 Domenico Melegatti depositò all’ufficio brevetti un dolce morbido e dal caratteristico corpo a forma di stella a otto punte.

Leggi anche –> Pandoro ritirato dai supermercati: allerta alimentare, il comunicato ufficiale del ministero

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure