Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Nuova guerra vicino all’Italia, scatta l’allarme: cosa sta per succedere

Nuova guerra vicino all’Italia, scatta l’allarme: cosa sta per succedere

Non basta la guerra tra Russia e Ucraina, che si combatte in Europa e non tanto lontano dal nostro paese, presto potrebbe scoppiare una nuova guerra ancora più vicino all’Italia. L’allarme è stato lanciato nei giorni scorsi. Le conseguenze potrebbero essere veramente letali. Basti pensare come la guerra tra Russia e Ucraina ha aggravato la crisi economica nel nostro paese. (Continua dopo la foto…)

Guerra in Ucraina, Zelensky annuncio improvviso: cos’è successo nella notte

Scatta l’allarme, nuova guerra vicino all’Italia

In un’intervista a “Repubblica”, il premier del paese vicino all’Italia ha dichiarato: “Il rischio che scoppi un nuovo conflitto è alto“. Questa volta non si tratta né di Russia né di Ucraina, un nuovissimo conflitto potrebbe scoppiare non molto lontano dall’Italia. Anche in quel caso, ovviamente, le conseguenze sarebbero dannose per il nostro paese. La guerra tra Russia e Ucraina ha acuito la crisi economica vissuta dal nostro paese. L’inflazione è alle stelle e l’Italia sta vivendo le conseguenze indirette di un conflitto scoppiato non molto lontano da qui. Una nuova guerra tra due paese diversi da Russia e Ucraina potrebbe mettere letteralmente ko l’economia del paese. (Continua dopo la foto…)

Guerra in Ucraina, Putin trova l’appoggio di Kim Jong-un: cosa accadrà ora

Cosa sta per succedere

La tensione tra Kosovo e Serbia è alle stelle. A lanciare l’allarme è Albin Kurti, premier del Kosovo riconfermato a febbraio con oltre il 50% dei voti. In un’intervista a “Repubblica”, il premier ha ammesso: “Il rischio che scoppi un nuovo conflitto tra Kosovo e Serbia è alto. Non voglio dire altissimo, anche perché qui abbiamo il contingente Nato, ma sicuramente alto. Siamo una democrazia che confina con un’autocrazia, del resto. Prima dell’invasione dell’Ucraina le possibilità erano poche, ora la situazione è cambiata. Il primo episodio, conseguenza dell’idea fascista di panslavismo che il Cremlino ha, è stato l’Ucraina. Se avremo un secondo episodio, ad esempio in Transnistria, allora le probabilità che una terza guerra si sviluppi nei Balcani occidentali, e in Kosovo in particolare, saranno altissime”.

Dietro a questo nuovo conflitto, dunque, potrebbe esserci la regia di Putin. Il premier kosovaro poi aggiunge: “Il Il 25 novembre scorso il premier serbo Vucic era a Sochi: era il diciannovesimo incontro con Putin in dieci anni, in media si vedono due volte all’anno. Non è normale per dei leader di governo. In quell’occasione Vucic ha poi detto: ‘Abbiamo parlato di doppi standard e delle ipocrisie nelle relazioni internazionali. Putin ne è consapevole. Io gli ho mostrato il Nord del Kosovo sulla mappa’”.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure