Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Nuove varianti Covid in arrivo, le parole dell’esperto Silvio Garattini

Siamo abituati ormai ai vari cambiamenti del Covid-19. Il virus muta continuamente e ogni volta si creano delle varianti, al momento gli esperti stanno lottando contro l’Omicron. Ma a questo punto una domanda sorge spontanea: “Il virus potrebbe cambiare ulteriormente?” La risposta a questo quesito è arrivata da Silvio Garattini. L’esperto del Mario Negri di Milano, infatti, ha lanciato l’allarme sulla possibilità che possano emergere nuove varianti di coronavirus, proponendo una soluzione. (Continua dopo la foto)

tamponi gratis

Nuove varianti Covid in arrivo, le parole dell’esperto Silvio Garattini

Intervenuto durante la trasmissione Agorà, in onda su Rai 3, Silvio Garattini, presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, sulla possibilità di nuove varianti del Covid-19 ha dichiarato: «Bisogna evitare di dare troppo l’idea che siamo alla fine dei tunnel, c’è ancora molto da fare. Oggi abbiamo varianti diverse da quelle di un anno fa, e che potrebbero essere diverse da quelle che avremo fra un mese». Oggi “si stanno affacciando altre varianti che non sappiamo quanto potranno rivelarsi pericolose”. Per questo è di vitale importanza, per l’esperto, “vaccinare tutto il mondo. Fino a quando non saranno vaccinati tutti, saremo tutti in pericolo. Se ne parla molto ma si fa molto poco”. Sempre sull’argomento vaccini ha aggiunto: «Dai più fragili, bisogna arrivare alla vaccinazione obbligatoria per tutti. Non si capisce perché altri vaccini sono obbligatori e quello anti Covid no, visto anche siamo ragionevolmente sicuri del fatto che è assolutamente ben tollerato, soprattutto dai più giovani». (Continua dopo la foto)

Per l’esperto il Covid non è una normale influenza

All’Adnkronos Silvio Garattini ha spiegato anche che non è assolutamente possibile “trattare il Covid come un’influenza”, come stanno chiedendo a gran voce alcune parti politiche. Poi ha immediatamente aggiunto: «Finché si possono usare le mascherine facciamolo, per esempio. Questo ci aiuta anche a non avere altre malattie infettive che passano per le vie aeree, come la stessa influenza. Non dobbiamo abbassare la guardia. La mortalità oggi è ancora alta. Sarà del passato, ma c’è ancora. Speriamo che arrivi il momento in cui Covid potrà essere trattato come un’influenza, o come un raffreddore, ma questa è una speranza, per adesso».

Matteo Bassetti torna a parla del Covid, l’infettivologo è ottimista

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004