Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Obbligo vaccinale, arriva l’annuncio del ministro Schillaci: «Decisione definitiva»

Obbligo vaccinale, arriva l’annuncio del ministro Schillaci: «Decisione definitiva»

Orazio Schillaci

SOCIAL. Arrivano novità importanti sull’obbligo vaccinale. Il ministro della Salute del governo Meloni, Orazio Schillaci, rilascia serie dichiarazioni nelle scorse ore durante l’intervista tenuta dal quotidiano Libero. Le sue parole sono chiare e decise, non lascia sicuramente spazio all’immaginazione. Ecco quindi cosa ha detto e cosa succede ora.

>> Amazon tax, in cosa consiste la tassa sulle consegne pensata dal governo Meloni

Governo Meloni: cambio di direzione rispetto a Draghi

Cambio di direzione rispetto all’obbligo vaccinale. Ecco infatti che il nuovo governo Meloni prendere una via diversa rispetto al precedente capitanato dall’ex premier Mario Draghi. Tutto ciò si intuisce dalle parole del ministro della Salute, Orazio Schillaci, che durante un’intervista rilasciata a Libero, chiarisce le posizioni. Ecco le sue parole: «Sul Covid è tempo di dare un messaggio di discontinuità con il passato. La popolazione è esasperata, perfino in Cina ormai si ribellano a chiusure e divieti. Siamo entrati in un’altra fase, non più degli obblighi ma della persuasione: responsabilizzare i cittadini, non obbligarli».

Schillaci: «Non rimetteremo l’obbligo vaccinale»

Poi il ministro della Salute ha aggiunto: «Oggi in Italia ci sono temi sanitari più importanti e impellenti del virus. Non rimetteremo l’obbligo vaccinale e saremo sempre attenti a mediare il diritto alla salute con il rispetto delle libertà personali. Commissione d’Inchiesta? Il Parlamento ha diritto di indagare sulla gestione della pandemia ma non devono esserci strumentalizzazioni. Si dovrebbe iniziare a parlare di Covid 23 anziché di Covid 19, per far capire a tutti che ormai la malattia è profondamente diversa da quella originaria». Queste le altre parole sui vaccini di Schillaci: «L’indicazione è nota: quarta dose per i fragili e vivamente consigliato il vaccino per l’influenza, che quest’anno può essere perfino più rischiosa. La speranza è che l’autunno prossimo si possa fare una sola iniezione, che copra sia il Covid sia l’influenza. Non rimetteremo l’obbligo vaccinale e saremo sempre attenti a mediare il diritto alla salute con il rispetto delle libertà personali».

>> Covid, Galli a gamba tesa sul piano del governo Meloni: “Fa i conti senza l’oste”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure