Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Papa Francesco, qualcuno ha pilotato la sua elezione? Spunta una clamorosa cospirazione

Papa Francesco, qualcuno ha pilotato la sua elezione? Spunta una clamorosa cospirazione

papa francesco cospirazione

Papa Francesco cospirazione. Il Vaticano trema: da un libro pubblicato dalla storica Julia Meloni spunta fuori una clamorosa cospirazione su Jorge Maria Bergoglio. La sua elezione a pontefice sarebbe stata pilotata. Se le voci fossero fondate, sarebbe davvero un terremoto per il Vaticano. Si tratta di accuse pesanti, che colpiscono non solo la persona del Papa, ma anche altri cardinali ancora in vita. (Continua…)

LEGGI ANCHE: Papa Ratzinger in tribunale a 95 anni: cosa sta succedendo

Papa Francesco, spunta fuori una clamorosa cospirazione

Il libro della storica Julia Meloni, appena tradotto in Italia e dedicato alla cosiddetta “Mafia di San Gallo”, fa letteralmente tremare il Vaticano. All’interno sono contenute alcune cospirazioni che potrebbero mettere a soqquadro la Chiesa. Una di queste riguarda Jorge Maria Bergoglio, eletto pontefice con il nome di Papa Francesco il 13 marzo 2013.

Stando a quanto scritto dalla storica Julia Meloni, la sua elezione potrebbe essere stata pilotata. Dietro potrebbe esserci proprio la famigerata Mafia di San Gallo, un gruppo riformista segreto all’interno della Chiesa, di cui fanno parte anche alcuni cardinali italiani. È chiaro che al momento non è arrivata alcuna replica da parte del Vaticano. Nemmeno Papa Francesco si è espresso in merito a quanto scritto nel libro della storica Julia Meloni. Vi invitiamo dunque a prendere questa notizia con le dovute distanze, attendendo una replica da parte della Chiesa. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: Guerra in Ucraina, interviene Papa Francesco: la sua strategia per la pace

L’elezione di Papa Francesco è stata pilotata

Nel libro appena tradotto in Italia della storica Julia Meloni è contenuta la storia della cosiddetta “Mafia di San Gallo“, gruppo riformista segreto presente all’interno della Chiesa. Di questo gruppo segreto farebbero parte Ivo Furer, ex segretario generale della Conferenza dei vescovi europei, il cardinale Carlo Maria Martini e altri cardinali come Walter Kasper, Karl Lehmann, Godfried Dannels e Cormac Murphy-O’Connor. Il gruppo si sarebbe riunito tra il 1996 e il 2006 e avrebbe stilato un’agenda di lavoro per la Chiesa del futuro.

Il gruppo segreto inoltre, stando a quanto riportato dalla storica Meloni, avrebbe pilotato anche l’elezione di Jorge Maria Bergoglio come pontefice. Il suo nome era stato fatto anche come anti-Ratzinger, ma alla fine prevalse l’attuale Papa emerito. Il gruppo, però, avrebbe continuato ad esercitare una certa influenza e a promuovere la figura di Bergoglio.

Per dimostrare quanto affermato, la storica Meloni sottolinea come il 17 marzo 2013, pochi giorni dopo la sua elezione, papa Francesco citò il cardinale Kasper, presunto membro della cosiddetta “Mafia di San Gallo”, come uno dei suoi autori preferiti, assegnandogli il compito di aprire il Concistoro straordinario sulla Famiglia nel febbraio 2014.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure