Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Pregliasco avverte gli italiani: la pessima notizia per il Natale

SOCIAL. Fabrizio Pregliasco, noto virologo dell’Università Statale di Milano, ha recentemente avvisato gli italiani riguardo l’andamento della stagione influenzale. In un’intervista rilasciata all’Adnkronos, il virologo prevede un aumento dei casi di influenza, con il picco che si attesterà intorno al periodo natalizio. Questo annuncio porta con sé una nota di preoccupazione, soprattutto per le persone più vulnerabili alla malattia.

Leggi anche: Nuovo virus scatena il panico: ospedali pieni e scuole chiuse

Leggi anche: Nuovo virus killer, primo caso in Italia: fate attenzione a questo

La previsione del picco secondo Pregliasco

Pregliasco ha delineato i sintomi tipici dell’influenza, che includono febbre elevata, sintomi generali e respiratori. Secondo le sue osservazioni, attualmente i virus simil-influenzali sono più attivi, ma l’influenza vera e propria diventerà predominante con l’intensificarsi del freddo. Il virologo prevede che il picco dell’influenza avverrà a Natale, influenzato da un incremento degli spostamenti e dalle basse temperature che costringono le persone a restare in ambienti chiusi.

Leggi anche: Virus mangiacarne: uomo rischia la vita, il raro caso in Italia

“Si parla di influenza in presenza di febbre elevata, almeno un sintomo generale e un sintomo respiratorio. Attualmente le analisi virologiche, che si fanno su campione, dimostrano che, come sempre in questa fase, stanno “lavorando” molto i virus cosiddetti simil-influenzali. L’influenza vera scatta quando il freddo è davvero intenso e prolungato” ha detto il virologo Pregliasco riguardo all’avvento dell’influenza. “In questo momento siamo a quello che potremo definire il secondo livello della curva di crescita. Il picco quindi si avrà probabilmente, come succedeva in epoca pre-pandemica, a cavallo di Natale. Questo soprattutto per un mix di due fattori: perché ci sono più viaggi e spostamenti che facilitano la circolazione virale e il freddo molto intenso e prolungato ci costringe in casa“.

Leggi anche: Nuovo virus in Italia, carabinieri costretti ad intervenire: comuni blindati

La situazione in Francia e le raccomandazioni

Pregliasco ha anche toccato il tema dell’aumento dei casi di polmonite in Francia e in Cina, attribuiti al batterio Mycoplasma pneumoniae. Sebbene sottolinei l’assenza di allarmismi, il virologo invita a una maggiore attenzione a livello istituzionale e internazionale. La pandemia di Covid-19 ha allenato i sistemi di sorveglianza sanitaria, che ora devono rimanere in allerta per prevenire e gestire efficacemente eventuali focolai di malattie infettive come le polmoniti. Pregliasco enfatizza l’importanza della vaccinazione contro l’influenza, specialmente per le persone fragili e a rischio.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure