Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Reddito di cittadinanza, ecco i casi in cui si rischia di perderlo

Reddito di cittadinanza, ecco i casi in cui si rischia di perderlo

Da una parte c’è chi vuole abolirlo: Fratelli d’Italia, Lega, Italia Viva. Dall’altra chi lo difende: M5S, Pd, Leu, pur nella consapevolezza dei suoi limiti. Poi c’è Forza Italia che si colloca nel mezzo e vorrebbe conservarlo, conscio che nel nostro Paese ci sono 5,6 milioni di poveri assoluti, che non possono permettersi un tetto sulla testa, cibo e vestiti. Stiamo parlando del reddito di cittadinanza, che dilania la politica italiana. (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Cosa succede se non si pagano le bollette di luce e gas?

Reddito di cittadinanza, ecco i casi in cui si rischia di perderlo

In questi ultimi giorni si parla di proposte concrete e aggiustamenti: il Partito Democratico chiede di “ricalibrare il reddito di cittadinanza”. Il leader di Azione Carlo Calenda invita a coinvolgere nella riforma del reddito di cittadinanza anche le agenzie private per il lavoro. Anna Maria Bernini di Forza Italia afferma che “serve una profonda riforma del sussidio”, perché disincentiva la ricerca di un impiego. “Abbiamo salvato un milione di indigenti in più, il Rdc ha tolto braccia alle mafie”, si esalta l’ex premier Giuseppe Conte. (continua a leggere dopo le foto)

La politica divisa sul RdC

Giorgia Meloni (FdI) è pronta ad “abolirlo e usare le risorse per tagliare il cuneo fiscale e non perché vogliamo affamare i poveri, ma perché meglio darli alle aziende disposte ad assumere”. Non dissimile il ragionamento di Matteo Salvini (Lega): “Il Rdc disincentiva il lavoro e incentiva il lavoro nero. Giriamo quei soldi agli imprenditori per assumere e torniamo ai voucher per gli stagionali”. (continua a leggere dopo le foto)

Reddito di cittadinanza, ecco le circostanze in cui può essere ridotto

Ad oggi, in alcune circostanze, il Rdc può essere ridotto oppure perso. In quali casi? Il Reddito di Cittadinanza decade quando uno dei componenti del nucleo familiare: non partecipa alle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione; non sottoscrive il Patto per il lavoro; non comunica l’eventuale modifica della condizione occupazionale; non aderisce ai progetti utili alla collettività; svolge attività di lavoro dipendente; non presenta una DSU aggiornata. Nel caso in cui vengano presentate dichiarazioni o documenti falsi oppure omesse informazioni si viene puniti con la reclusione da 2 a sei anni. Se omessa la comunicazione delle variazioni di reddito è prevista invece la reclusione da 1 a 3 anni. (continua a leggere dopo le foto)

Il Rdc si può anche perdere: cosa non fare

Il Reddito di Cittadinanza subisce una decurtazione di mensilità o viene rimosso se il beneficiario che percepisce la misura non accetta almeno una delle tre offerte di lavoro congrue. In caso di mancata presentazione alla convocazione dei Centri per l’Impiego ed in assenza di giustificazione valida vengono difatti applicate decurtazioni. Leggi anche l’articolo —> Pensione, 1000 euro per questa categoria: come ottenerli

 

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure