Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Reddito di cittadinanza, in arrivo un bonus di 150 euro: come funziona

Reddito di cittadinanza, in arrivo un bonus di 150 euro: come funziona

Reddito di cittadinanza, bonus 150 euro in arrivo: come funziona – Il reddito di cittadinanza rimarrà sicuramente fino al prossimo dicembre. È verosimile pensare che con la legge di Bilancio 2023 arriveranno delle significative modifiche. Non è da escludere neppure l’ipotesi di una cancellazione della misura. Nel frattempo, però, chi percepisce il Rdc può tirare un sospiro di sollievo e rallegrarsi per un aumento ufficializzato per il mese di novembre. Si parla di un’indennità del valore di 150 euro una tantum. Leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, quoziente familiare e pensioni: cosa farà il governo Meloni

Reddito di cittadinanza, bonus 150 euro in arrivo: come funziona

Cosa farà Giorgia Meloni del reddito di cittadinanza? Non intende abolirlo del tutto, ma apportare delle modifiche sì. Il nuovo esecutivo vorrebbe conservarlo soltanto per i soggetti “effettivamente fragili”. ll sussidio invece, fortemente voluto dal M5s, sarà probabilmente negato a “chi è in grado di lavorare”. Il Reddito di cittadinanza quest’anno peserà sulle casse dello Stato per 8 miliardi. Attualmente 4 su 5 dei percettori impiegabili non stanno lavorando. La prima riforma quindi del governo Meloni sarà l’addio al reddito di cittadinanza per chi rifiuta una sola proposta di lavoro. (continua a leggere dopo le foto)

Non sarà un aiuto ricorrente, ma una tantum

Ma ci sono però delle buone notizie per i percettori del Rdc. Ultimamente si è parlato parecchio dell’ottenimento di 150 euro in più al sussidio. Tutto vero? Sì, non è una bufala. Chi usufruisce del beneficio economico “sociale”, otterrà, come previsto dal Decreto Aiuti Ter, centocinquanta euro aggiuntivi al proprio sussidio. Una cifra che però, non sarà un aiuto ricorrente, ma una tantum. Il governo uscente, visto che il caro prezzi non accennava a placarsi, con le poche risorse a disposizione, ha approvato il decreto con il quale viene prevista una nuova indennità una tantum del valore di 150 euro. (continua a leggere dopo le foto)

Reddito di cittadinanza, bonus 150 euro: da quando

Come spiega “Money”, “il bonus 150 euro sul reddito di cittadinanza spetta solamente nel caso in cui nessun componente del nucleo ne abbia beneficiato per se stesso. L’indennità è riconosciuta all’intero nucleo familiare: questo significa che basta un solo componente della famiglia che ne abbia diritto per diverso titolo, ad esempio perché ha in essere un contratto di lavoro come dipendente, per far saltare il pagamento sul reddito di cittadinanza”. Nel testo del decreto Sostegni ter si legge che l’indennità è corrisposta nel mese di novembre 2022. Probabilmente gli Italiani vedranno l’aumento di 150 euro intorno al 28 del suddetto mese. (continua a leggere dopo le foto)

Come accertarsi che il Rdc è in arrivo

Per accertarsi che il Reddito di cittadinanza sia in arrivo, è sufficiente collegarsi al sito ufficiale dell’INPS, accedere online tramite SpidCie oppure Cns, e cliccare sulle tre seguenti voci per confermare l’effettivo invio e futura ricezione: ultima elaborazione; invio disposizione a Poste e rendicontazione Poste. Leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, cambia il modulo per fare domanda: tutte le novità da sapere

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure