Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Regina Elisabetta, ecco quanto è costato il suo funerale e chi lo paga

Regina Elisabetta, ecco quanto è costato il suo funerale e chi lo paga

Quanto è costato il funerale della Regina Elisabetta? È la domanda che alcuni si stanno ponendo dopo aver assistito all’estremo saluto alla sovrana. L’evento celebrato in diretta mondiale – stiamo parlando delle esequie più solenni dai tempi dell’addio a Churchill (1965) – si sono trasformate nel summit del secolo, con i capi di stato, ambasciatori e regnanti di ogni parte del pianeta. La maestosa cerimonia ha avuto luogo prima nell’Abbazia di Westminster poi nella cappella del castello di Windsor. Un rito tanto solenne quanto sontuoso che ha fatto capire al pubblico quanto solida sia ancora la ricchezza della monarchia britannica. Si stima che un evento di questo tipo di risonanza internazionale, visto da circa 4 miliardi di spettatori, porterà ad un enorme ritorno mediatico e vantaggi nel settore turistico. Ma non si può negare lo sforzo economico per organizzarlo. A chi toccherà pagare tutto questo? (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Regina Elisabetta, ecco cosa c’era scritto nel misterioso biglietto sulla bara

Regina Elisabetta, ecco quanto è costato il suo funerale e chi lo paga

Il governo britannico non ha ancora rivelato quanto è costato il funerale della regina Elisabetta II, ha detto solo che fornirà dettagli “a tempo debito”. Ma come scrive “Qui Finanza” si può avanzare qualche ipotesi, tenendo conto dei precedenti: non può esserci confronto con la cerimonia funebre del marito principe Filippo, celebrata in una forma più modesta a causa delle restrizioni anti-Covid, che la sovrana aveva voluto si rispettassero proprio per dare il buon esempio. Certamente però si può dire che le celebrazioni per la regina Elisabetta costeranno più dell’ultimo funerale di stato in Gran Bretagna, di Winston Churchill nel 1965, e di quello della regina madre, avvenuto nel 2002. (continua a leggere dopo le foto)

I precedenti: quanto è costato l’ultimo saluto a Churchill

Secondo quanto riportato in un rapporto della Camera dei Comuni, citato da “Qui Finanza”, pare che il funerale di Churchill sia costato 825mila sterline, circa 941mila dollari, per la sola esposizione pubblica del feretro, e 4,3 milioni di sterline (quasi 5 milioni di euro) per la sicurezza. Attorno a queste stesse cifre gravita l’estremo saluto a lady D: per il funerale della prima moglie di Carlo III si calcola che siano costati tra i 3 e i 5 milioni di sterline. (continua a leggere dopo le foto)

Quanto è stato speso per i funerali della Regina Elisabetta?

L’ultimo evento pubblico che si ritiene sia stato particolarmente costoso? Il matrimonio tra il principe William e Kate Middleton: pare che per le spese di ordine pubblico siano stati stanziati circa 6,3 milioni di sterline. Chi paga? “Qui Finanza” scrive che il “Tesoro britannico concede alla famiglia reale un pagamento chiamato sovvenzione sovrana che nell’ultima tranche è stato di 100 milioni. La cifra viene utilizzato per sovvenzionare impegni ufficiali, come le visite, e per finanziare il personale e il mantenimento delle dimore dei sovrani, ma non copre i costi di sicurezza che sono a carico del governo”. Pensate che solamente per mantenere la protezione dei circa 200 tra sovrani, capi di Stato e di governo e altri rappresentanti dell’istituzioni, oltre che dell’intera famiglia reale britannica, affidati all’intelligence dei servizi segreti di Sua Maestà, in collaborazione con quelli statunitensi e del resto del mondo, “si stima che i costi possano superare i 7,5 milioni di dollari”. Leggi anche l’articolo —> Funerali della Regina Elisabetta, imprevisto semina il panico: cosa è successo

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure