Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Scopre che ha violentato i suoi figli e uccide il marito: cosa gli ha fatto Corinna Smith

Scopre che ha violentato i suoi figli e uccide il marito: cosa gli ha fatto Corinna Smith

Corinna Smith, 59 anni, ha scoperto che suo marito, Michael Baines, 80 anni, aveva violentato i suoi figli quando erano piccoli. A raccontarglielo è stata la figlia. Quando ha saputo l’atroce verità, Corinna ha deciso di farsi giustizia da sola. Quello che ha fatto è stato brutale. Il marito è morto poco dopo.

Perché Corinna Smith ha ucciso il marito

38 anni di matrimonio non sono bastati per fermare la sua furia. Secondo i rapporti, la figlia della donna l’aveva informata il 13 luglio 2020 di accuse “devastanti”. Il marito aveva commesso abusi sessuali sui bambini “per molti anni”. Il figlio della coppia, Craig Baines, si suicidò tragicamente all’età di 25 anni nel 2007. La figlia, il giorno prima della morte di Craig, quindi aveva rivelato un’orrenda verità: “Mamma, è un pedofilo”, disse per la prima volta a Corinna. Quindi scatta la denuncia verso Michael Baines. Secondo quanto riportato dal Sun però, le accuse di abuso non sono state dimostrate: per questo la donna era fuori di sé.

Leggi anche: Totti e Ilary Blasi, spunta una nuova indiscrezione: “La colpa non è di Noemi Bocchi”

Come Corinna Smith ha ucciso il marito

Michael quindi poteva vivere tranquillo nonostante tutto ciò che aveva fatto ai suoi figli. Ma Corinna ha deciso di farsi giustizia da sola. Ero il 20 luglio 2020. La donna ha deciso di ucciderlo versandogli addosso acqua zuccherata bollente mentre dormiva, provocandogli il 36% di ustioni sul corpo. Poi ha detto a un vicino: “Penso di averlo ucciso”. Una volta soccorso, l’uomo è stato ricoverato al reparto ustionati del Whiston Hospital, dove è rimasto in condizioni stabili fino al 18 agosto, quando si è spento.

I pubblici ministeri hanno affermato che l’aggiunta di zucchero all’acqua ha reso il liquido “più viscoso, più denso e più appiccicoso in modo che rimanga sulla pelle e causi maggiori danni, che è esattamente quello che ha fatto”. Ora la Smith è stata condannata all’ergastolo con un minimo di 12 anni presso la Chester Crown Court. “La tua intenzione era quella di causare gravi danni piuttosto che uccidere”, ha affermato il giudice.

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure