Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Elezioni del 25 settembre, anche Valentino Rossi in politica?

Elezioni del 25 settembre, anche Valentino Rossi in politica?

Secondo l’ultimo sondaggio effettuato dall’Istituto Demopolis, nell’ultimo Barometro Politico, nella corsa per il 25 settembre Fratelli d’Italia è ancora la forza politica favorita, che raccoglierebbe il maggiore consenso tra gli elettori. E il Pd quindi sfodera gli artigli e fa proposte azzardate. Dopo Francesco Totti, adesso sembra che potrebbe scendere in politica accanto ai dem un altro sportivo: Valentino Rossi.

Elezioni del 25 settembre, anche Valentino Rossi in politica?

I dem pescano dal mondo dello sport possibili candidati per le elezioni del 25 settembre. Sarebbe un colpaccio, per il Pd. Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, non molla la presa. Senza dimenticare che Valentino è stato già “messo in mezzo” da Ricci, facendo il testimonial per la candidatura della città pesarese a capitale italiana della cultura. A questo punto, per il motociclista mancherebbe solo un bel seggio parlamentare con il Partito democratico.

A Tavullia, paese natale dello sportivo, in provincia di Pesaro, nei giorni scorsi è stata inaugurata un’installazione artistica dal titolo “Un casco da leggenda”, proprio per rendere omaggio al numero 46. “Un’opera da record alta 6 metri e larga 4, pesante 400 kg, un omaggio alla sua carriera, pensata anche per rafforzare il ‘pellegrinaggio’ tra Pesaro e Tavullia”, aveva commentato lo stesso Ricci.

Leggi anche: Francesco Totti e Ilary Blasi, parla Alex Nuccetelli: cos’è successo alla coppia

Il Pd le prova tutte, in politica anche Francesco Totti

Prima di lui il Pd puntava a Totti.  I vertici dem romani, “davanti a una serie di calici di vino, hanno lanciato una di quelle idee folli”, l’ex capitano della Roma candidato appunto. D’altronde basta visionare l’ultimo sondaggio di Termometro Politico per capire chi avrà la meglio alle urne. Se oggi ci si recasse oggi alle urne, Fratelli d’Italia otterrebbe il 23,5%, con un vantaggio di oltre un punto sul Partito Democratico, attestato al 22,3%. Al terzo posto, al 14,2%, troviamo la Lega di Salvini. In calo, Il Movimento 5 Stelle al 9,8%, ancora giù dopo la scissione con Luigi Di Maio e la caduta del governo, di cui è ritenuto responsabile.

 

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure