Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Don Matteo 13”, Iva Zanicchi sconvolta dall’addio di Terence Hill: “Fatelo tornare”

“Don Matteo 13”, Iva Zanicchi sconvolta dall’addio di Terence Hill: “Fatelo tornare”

La tredicesima stagione di Don Matteo sta riscuotendo un ottimo successo, anche se l’addio di Terence Hill alla famosissima serie di Rai 1 ha sconvolto i telespettatori, anche quelle “famosi”. Tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo italiano sono rimasti senza fiato per l’uscita di scena di Don Matteo. Tra di loro anche Iva Zanicchi, super fan di Don Matteo 13. La cantante non riesce a digerire il fatto che l’attore sia comparso solo fino alla quarta puntata e per questo, intervistata dal settimanale DiPiù Tv, ha trovato delle idee geniali per far tornare Terence Hill. Vediamo insieme le sue parole. (Continua a leggere dopo la foto)

iva zanicchi

“Don Matteo 13”, Iva Zanicchi sconvolta dall’addio di Terence Hill: “Fatelo tornare”

Terence Hill, dopo 13 edizioni di Don Matteo, ha deciso di abbandonare la serie e di salutare così il suo amato pubblico. Al suo posto è arrivato Raoul Bova che con il suo Don Massimo ha rinnovato l’immagine della storica serie di Rai 1. Non tutti hanno accettato questo passaggio di testimone. Anche Iva Zanicchi, fan numero uno di Don Matteo 13, ha confessato di non essersi abituata a questo cambiamento e alle pagine di DiPiù Tv ha dichiarato: “Mi è preso un colpo. Non volevo crederci che la quarta puntata fosse l’ultima con lui”. Poi ha suggerito anche alcune idee per concedere a Terence Hill la possibilità, anche se sporadica, di tornare sul set: “Fatelo diventare vescovo o addirittura cardinale e fatelo tornare ogni tanto”. Oltre alla Zanicchi anche altri personaggi sono rimasti senza parole davanti all’uscita di scena di Terence Hill. Tra questi Massimo Boldi, Carmen Russo, Simona Izzo e Massimiliano Rosolino, che fa i complimenti a Raoul Bova. (Continua a leggere dopo la foto)

Le parole di Raoul Bova

Sostituire il famoso prete in bicicletta è un ruolo davvero molto difficile, ma almeno per ora Raoul Bova ci sta riuscendo egregiamente. Durante un’intervista a RTL 102.5, l’attore ha parlato di questo suo nuovo ruolo in Don Matteo 13: “Un parroco oggi è importante nella nostra società. La cosa più difficile è stare vicino alla gente, ai giovani di oggi che stanno nelle nostre città. Molti giovani oggi sono persi. Cercare di ridare una figura a cui appoggiarsi è molto bello”. Poi ha parlato delle differenze tra Don Matteo e Don Massimo: “Sono diversi nel rapporto con la fede e con loro stessi. Don Matteo era più compiuto, aveva tante risposte, aveva fatto un percorso spirituale già avanzato. Don Massimo, invece, è all’inizio del suo essere prete. Ha tante domande e ancora tante risposte non se le è date. Durante le puntate avrà la possibilità di capire cosa siano il perdono, la redenzione”. 

“Don Matteo 13”, come terminerà la fiction in assenza di Terence Hill?

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor