Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Non è l’arena”, Giletti sbrocca in diretta: “Essere preso per il c**o da lei non mi va”

“Non è l’arena”, Giletti sbrocca in diretta: “Essere preso per il c**o da lei non mi va”

Durante l’ultima puntata di “Non è l’arena”, andata in onda ieri, domenica 10 aprile, Massimo Giletti si è scagliato contro il giornalista russo, Alexey Bobrovsky. Secondo il conduttore il giornalista russo lo avrebbe preso in giro e non gliel’ha fatta passare liscia. Ecco cos’è successo.

Non è l'arena massimo giletti

“Sono stata uccisa dai russi perché sono ucraina”, l’immagine falsa presentata da Alexey Bobrovsky

Lo scontro inizia a causa di un’immagine pubblicata su Instagram dal giornalista russo. Nel post sono presenti due foto, a sinistra il selfie di una ragazza, a destra il corpo di una ragazza. “Sono stata uccisa dai russi perché sono ucraina”, la didascalia. Tuttavia, secondo Giletti che ha indagato a fondo sulla faccenda, l’immagine è un falso. Nella traduzione originale il messaggio vero era diverso. “Questa ragazza non sono io ma avrei potuto essere io”. Ciò significa che nella foto la ragazza uccisa e quella nel selfie non sono la stessa persona, come invece sosteneva Bobrovsky.

Per essere ancora più sicuro, Giletti è andato a fondo nella faccenda. Il conduttore di “Non è l’arena” ha spiegato al giornalista russo di aver parlato con la ragazza nella foto. “Noi abbiamo cercato questa ragazza e ci abbiamo parlato e quello che lei ha mandato è un falso”, ha affermato Giletti. Il conduttore ha dunque fatto ascoltare in diretta l’audio della ragazza ucraina. “Era un falshmob online. A sinistra c’è la mia foto, a destra la vittima. L’obiettivo era far capire la realtà. Ma il governo russo ha usato il mio post per dire che fingevo di essere morta, la propaganda russa ha modificato il testo originale. Io ho solo scritto lo stesso testo che hanno scritto tutti gli altri”. In molti infatti hanno pubblicato la stessa immagine per denunciare la guerra: a destra la vittima, loro a sinistra.

Leggi anche: “Che tempo che fa”, Luciana Littizzetto e il dettaglio su Sergio Mattarella che nessuno aveva notato

Non è l'arena Massimo Giletti

“Non è l’arena”, Massimo Giletti contro Alexey Bobrovsky

Giletti, visto che il giornalista russo non ha ammesso che l’immagine mostrata era un falso, ha sbroccato. “Io sono molto paziente ma io le dimostro che questa ragazza esiste e che ha mandato una cosa diversa e lei mi dice che ha ragione? O l’hanno presa in giro o lei prende in giro me. Eccole qui, sono tutte ragazze che dicono non siamo noi ma possiamo essere noi. Alexey, noi abbiamo tutto qua”.

Il conduttore ha perso le staffe e ha continuato il suo monologo. “Nel telefono. Lei non può mettere in dubbio il mio lavoro, è trent’anni che faccio questo mestiere. Io faccio un lavoro serio, essere preso per il c*** da lei non mi va. Risponda a questo: è un falso vostro smentito da un lavoro redazionale banale”.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor