Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Non è l’Arena”, Massimo Giletti attaccato dai suoi colleghi: cosa sta succedendo

“Non è l’Arena”, Massimo Giletti attaccato dai suoi colleghi: cosa sta succedendo

Ogni lunedì sera La 7 propone ai suoi telespettatori il programma Non è l’Arena con dibattiti con ospiti in studio e approfondimenti legati a temi d’immediata attualità, con un particolare attenzione alla situazione sociale e alla politica quotidiana nel nostro Paese. Alla conduzione del noto talk show Non è l’Arena Massimo Giletti, il quale in questi ultimi giorni è volato a Mosca per poter parlare al suo pubblico direttamente dalla Russia. Questa sua idea, come riportato da Dagospia, avrebbe scatenato la rivolta di molti conduttori e giornalisti della Rete. Vediamo nel dettaglio cosa sta accadendo. (Continua a leggere dopo la foto)

Non è l'Arena Massimo Giletti

Non è l'Arena Massimo Giletti

“Non è l’Arena”, Massimo Giletti attaccato dai suoi colleghi: cosa sta succedendo

Durante l’ultima puntata di Non è l’Arena andata in onda su La7 Massimo Giletti ha condotto il suo programma direttamente dalla Russia. Questa idea del conduttore, come riportato da Dagospia, avrebbe scatenato la rivolta di molti conduttori e giornalisti della Rete. Sul noto sito si legge: “Tutti i conduttori di La7 in rivolta contro Giletti per la sua figuraccia (eufemismo) a Mosca sulla piazza rossa  aggravata dalla durissima reprimenda in diretta di Alessandro Sallusti”. Stando al portale di Roberto D’Agostino, il conduttore “verrà fatto a filetti da Urbano Cairo”. Nel corso della trasmissione, il direttore di Libero ha lasciato il talk nel bel mezzo della diretta dicendo: “Quando ho saputo che andavi a Mosca ero molto orgoglioso di conoscerti e di avere un buon rapporto con te. Immaginavo che avresti parlato al popolo russo, poi che avresti sentito Putin o uno dei suoi ministri. Non farò la foglia di fico”. (Continua a leggere dopo la foto)

Non è l'Arena Massimo Giletti

Le parole della vicedirettrice del TgLa7

Nella bufera mediatica è finita anche l’intervista alla portavoce di Lavrov, Maria Zakharova, che ha attaccato più volte l’Italia e Giletti parlando della guerra in Ucraina. La vicedirettrice del TgLa7, Gaia Tortora, su Twitter ha scritto: “Post muto, perché davvero siamo oltre il ridicolo”. Queste parole sono state scritte durante la diretta del suo collega. Non è neanche la prima volta, inoltre, che la Tortora accusa il collega. La donna si era lamentata dello spazio dato ai No-Vax: “Secondo me portarli al confronto in maniera così ossessiva non serve. Idee bislacche che non fanno altro che alimentare la paura in chi ha paura. Questa ossessività continua è una legittimazione che non va bene”. Cosa accadrà ora al conduttore di Non è l’Arena Massimo Giletti? Non resta che attendere.

“Non è l’Arena”, Sallusti si infuria e abbandona la diretta

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004