Home » “Yara”, Il film ispirato alla terribile vicenda di Yara Gambirasio è su Netflix

“Yara”, Il film ispirato alla terribile vicenda di Yara Gambirasio è su Netflix

“Yara”, la terribile vicenda di Yara Gambirasio fa ancora scalpore a distanza di anni. Il film omonimo della sfortunata ragazzina di Brembate di Sopra (Bergamo) ed ispirato alla sua vera storia è disponibile dal 5 novembre 2021 su Netflix. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo: quando esce, chi è il regista e da chi è composto il cast. (Continua a leggere dopo la foto)

"Yara" Netflix

“Yara” è il film di Marco Tullio Giordana in streaming su Netflix che, dopo un breve “tocca e fuggi” nelle sale, apparirà finalmente sulla celebre piattaforma il 5 novembre 2021. Il delitto di Yara Gambirasio ha rappresentato uno dei fatti di cronaca più discussi di tutti i tempi, che lascia ancora gli italiani con l’amaro in bocca. E’ proprio a questa terribile vicenda che si attiene questa produzione cinematografica. Il racconto presenterà i fatti seguendone fedelmente la cronologia, è stato prodotto da TaoDue con Rti (Mediaset) e include, tra i protagonisti, anche Alessio Boni.

La vera vicenda

E’ il 26 novembre 2010 quando le tracce della tredicenne Yara Gambirasio scompaiono dalla cittadina nel bergamasco (Brembate Sopra) in cui vive. Quest’ultima, appassionata di ginnastica ritmica, raggiunge tutti i giorni la palestra in cui si allena: un giorno, però, non fa rientro a casa. Le ricerche prendono piede per arrivare tre mesi dopo al ritrovamento del suo corpo martoriato e privo di vita ad una decina di chilometri di distanza, nel comune di Chignolo d’Isola. Già da prima del ritrovamento del cadavere viene indagato, poi scagionato, il marocchino Mohammed Fikri in quanto i cani molecolari fiutano tracce della ragazzina nel cantiere edile in cui lavora.

Solo nel 2014 si arriva ad una sentenza (quasi) definitiva: il colpevole è Massimo Bossetti. La strategia mai messa in atto prima d’allora del pubblico ministero Letizia Ruggiero ha avuto i suoi frutti. Una traccia organica trovata sugli indumenti intimi di Yara è stata confrontata con il Dna di tutti i cittadini di Brembate e dintorni: appartiene ad Ignoto 1. La sovrapposizione in termini di Dna nucleare con quello di Bossetti è la prova genetica che regge l’accusa. Il muratore quarantenne è condannato all’ergastolo. (continua a leggere dopo la foto)

"Yara" Netflix

“Yara”, il film su Netflix di Marco Tullio Giordana: il cast