Home » Chi è Paolo Bonolis, tutto quello che c’è da sapere sul noto conduttore Tv

Chi è Paolo Bonolis, tutto quello che c’è da sapere sul noto conduttore Tv

Paolo Bonolis è uno dei più famosi e apprezzati conduttori Tv italiani. Professionista dalla lunghissima carriera, Bonolis ha raggiunto l’apice del successo con la conduzione del quiz Mediaset “Avanti un altro” e del people show “Ciao Darwin”, programmi che hanno incollato al piccolo schermo milioni di telespettatori. Scopriamo di più sulla vita professionale e privata di Paolo Bonolis. (Continua a leggere dopo la foto)

paolo bonolis

Chi è Paolo Bonolis, la carriera

La carriera televisiva di Paolo Bonolis inizia con i programmi per bambini. Chi era piccolo negli anni ’80 non può non ricordare “3, 2, 1… contatto!”, trasmesso dalla Rai, e soprattutto “Bim Bum Bam” su Italia1, il programma che ha regalato la prima notorietà a Paolo. Di lì in poi per Bonolis è stata una lunga e costante ascesa che l’ha portato a condurre programmi di grande successo tra cui ricordiamo “Beato tra le donne”, “I cervelloni”, “Tira & Molla”, “Ciao Darwin”, “Chi ha incastrato Peter Pan?”, “Affari tuoi”, “Domenica in”, “Il senso della vita” e “Avanti un altro!”.

L’esordio assoluto come conduttore avviene in Rai, con “3, 2, 1… contatto!” quando Paolo ha solo 19 anni, nel 1980. Due anni dopo passa alla tv privata Fininvest per condurre su Italia 1 la prima edizione di “Bim, Bum, Bam”, affiancato da Licia Colò, altro astro nascente del piccolo schermo, e dall’indimenticabile mascotte Uan. Dopo quasi otto anni di conduzione, nel 1989, la prima partecipazione ad un varietà serale, “Sabato al circo”.

L’anno seguente Paolo Bonolis conduce il quiz “Doppio Slalom”, già lanciato da Corrado Tedeschi, non conseguendo tuttavia il successo sperato. Nel 1991 la prima collaborazione con quello che diventerà anni dopo il suo partner di conduzione quasi inseparabile, Luca Laurenti. Bonolis conduce con il maestro “Urka”, un programma di intrattenimento e quiz per ragazzi. Nel 1992 è la volta di “Bulli e Pupe”, programma condotto a fianco di Antonella Elia, già valletta di Mike Bongiorno. L’anno successivo Paolo Bonolis eredita da Enrica Bonaccorti la conduzione di un altro programma cult di Canale 5, “Non è la Rai”.

Nel 1994 torna alla Rai per condurre in prima serata il varietà “I Cervelloni”, programma di successo di Rai1 che Paolo condurrà per tre stagioni. Resta alla televisione pubblica fino al 1996, conducendo tra gli altri i quiz preserali di Rai1 “La Zingara” e “Luna Park”, ideati da Pippo Baudo. E’ l’autunno del 1996 quando Paolo Bonolis torna a Mediaset per condurre il quiz preserale “Tira e Molla”, ideato da un mostro sacro come Corrado Mantoni. Affiancato da Ela Weber e Luca Laurenti, Bonolis ottiene un ottimo riscontro di pubblico.

Ma l’anno della svolta è il 1998, quando Paolo Bonolis approda alla prima serata di Canale 5 alla conduzione di “Ciao Darwin”, il programma di intrattenimento poi vero e proprio “people show” di maggior successo dell’ammiraglia Mediaset. Per la conduzione di “Ciao Darwin”, Paolo ha anche vinto nel 1999 il “Telegatto”, riconoscimento assegnato ai migliori programmi e conduttori televisivi. Il ’99 è anche l’anno di “Chi ha incastrato Peter Pan”, programma in cui un gruppo di bambini si confrontava con personaggi noti del mondo dello spettacolo e con il mondo degli adulti e la società.

Nel 2000 Bonolis approda, assieme al fido Laurenti, alla conduzione del famoso Tg satirico di Antonio Ricci “Striscia la notizia”, su Canale 5. Paolo rimane per ben quattro anni al programma, riscuotendo un grande successo. Segue il flop del varietà “Italiani”, sempre su Canale 5. Siamo nel 2001, e dopo un anno interlocutorio Bonolis decide di tornare in Rai. Lo fa nel 2003 e con un contratto molto importante, che lo porterà a condurre “Domenica In” e il “Festival di Sanremo”.

Nel 2004, sempre alla Rai, Bonolis lancia sulla prima rete quello che diventerà uno dei giochi televisivi più amati, “Affari tuoi”, nella versione “la lotteria”, perché abbinato alla Lotteria Italia. Dopo la conduzione del Festival di Sanremo 2005, Paolo torna ancora in Mediaset, questa volta per condurre un programma sportivo “Serie A – Il grande calcio”. Un altro successo è stato “Fattore C”, nel 2006, nonostante le accuse di essere un copia del gioco Rai “Affari tuoi”. Tra il 2006 e il 2007 conduce anche “Chi vuol essere milionario”, il quiz che poi diventerà il cavallo di battaglia di un altro tra i principi dei condutori tv italiani, Gerry Scotti.

Gli anni successivi vedono Paolo Bonolis alla conduzione degli ormai suoi storici programmi, “Chi ha incastrato Peter Pan”, “Avanti un altro”, “Ciao Darwin”. La prima novità è nel 2017, con la conduzione di “Music”, programma ideato con Marco Mazzi. Nel 2018 ha condotto anche “Scherzi a parte”, altro programma Mediaset di grande successo. Poi “Avanti un altro”, che scala le classifiche degli ascolti, fino all’anno della pandemia, il 2020,  e “Ciao Darwin” battendo diversi record storici.

paolo bonolis e sonia bruganelli

La vita privata di Bonolis

Paolo Bonolis è nato a Roma il 14 giugno del 1961. Si è diplomato al liceo scientifico e poi laureato in scienze politiche. E’ stato sposato dal  1983 per cinque anni con la psicologa americana Diane Zoeller, da cui ha avuto i figli Martina e Stefano. Poi ha avuto una lunga relazione con la showgirl Laura Freddi, conosciuta a “Non è la Rai”, trasmissione da lui condotta per una stagione. Dal 1997 è legato a Sonia Bruganelli, imprenditrice e produttrice televisiva che è diventata sua moglie nel 2002. Dall’unione con la Bruganelli Paolo ha avuto altri tre figli: Silvia, Davide e Adele. Nel 2020 è diventato nonno per la prima volta, grazie alla sua secondogenita Martina.

Curiosità su Bonolis

Infine, qualche curiosità su Paolo Bonolis. Nel 2000 è stato nominato Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel 2004, quando era in Rai e conduceva “Domenica In”, intervistò in carcere il serial killer Donato Bilancia, suscitando un vespaio di polemiche e persino una dura reazione dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Paolo è un grande tifoso dell’Inter, simpatia calcistica che manifesta spesso durante la conduzione dei suoi programmi. Ha rivelato ad un settimanale che da piccolo avrebbe sofferto di balbuzie, e che questo sarebbe stato un grosso problema per gran parte della sua vita sociale. Ma grazie alla recitazione, a 12 anni, ha sconfitto il problema.