Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Enzo Iacchetti, il passato difficile prima del successo: “Mi lanciavano mozziconi di sigaretta accesi”

Enzo Iacchetti, il passato difficile prima del successo: “Mi lanciavano mozziconi di sigaretta accesi”

Oggi, Enzo Iacchetti è un volto noto della tv italiana, comico apprezzato in teatro e assoluto protagonista di Striscia la notizia insieme al suo compare Ezio Greggio. Il famosissimo conduttore ha raccontato al Quotidiano nazionale, alcuni episodi che gli sono successi in passato. Enzo Iacchetti ha combattuto per costruirsi una carriera e l’inizio, come lui stesso rivela, non è stato per nulla semplice.

Enzo Iacchetti carriera

Enzo Iacchetti: gli inizi della sua carriera

Il padre faceva il ciabattino per strada: “In casa non avevamo la televisione e a vedere Sanremo si andava al bar”, ha spiegato il conduttore. La svolta nella sua vita arrivò quando vide Adriano Celentano in Tv. “Cantava 24.000 baci, ancheggiava, voltava le spalle al pubblico. E mi dissi: io voglio fare quelle cose lì”, ha scelto allora quando era ragazzo.

Il padre non approvò la scelta. “Quel mondo lì è pieno di droga, di corruzione e di p***e”. E gli distrusse la chitarra. Ma Iacchetti, impiegato come contabile in un’agenzia di viaggi in Svizzera, non si arrese e scelse di inseguire il suo sogno ad ogni costo. “Me ne andai di casa, finii a fare serate in un night, a Milano. Cantavo canzoni a persone che non vedevano l’ora che me ne andassi: aspettavano un altro spettacolo”. Fu un periodo difficile. “Mi tiravano mozziconi di sigaretta accesi: uno mi entrò nella chitarra, rischiai di prendere fuoco. Allora andai a suonare in una pizzeria: mi tiravano i crostoni della pizza. Li raccoglievo e a fine serata li scaldavo e me li mangiavo. Una sera dissi: per favore, mi buttate anche un po’ di carciofini e acciughe?”.

Leggi anche: “Uomini e Donne”, Riccardo Guarnieri pronto a tornare: l’indiscrezione

La svolta per Enzo Iacchetti

La svolta arrivò quando conobbe Maurizio Costanzo. “I redattori mi avevano scartato: passò dalla stanza dei provini Maurizio Costanzo. Mi chiese: ‘Di dove sei?’. Io: ‘Di Luino’. Lui: ‘Che cosa fai nella vita?’. E io: ‘Vorrei metter su una tabaccheria’. Costanzo mi dice: ‘Un negozio di tabacchi a due chilometri dalla Svizzera? Allora sei proprio matto'”. Maurizio Costanzo lo scelse per il suo show e da lì la sua carriera di successi ebbe inizio.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004