Home » Cinema in lutto: l’amatissima attrice uccisa a colpi di pistola in un parcheggio

Cinema in lutto: l’amatissima attrice uccisa a colpi di pistola in un parcheggio

Il mondo del cinema è in lutto. L’amatissima attrice è stata uccisa a colpi di pistola in un parcheggio. La tragica notizia ha fatto il giro del mondo ed ha gettato nello sconforto l’ambiente. La scomparsa dell’attrice, oltre ad atterrire i suoi familiari e amici, lascia un vuoto incolmabile. Sulla vicenda ovviamente indaga la polizia. (Continua dopo la foto…)

jonshell alexander

Cinema in lutto, amatissima attrice uccisa a colpi di pistola

Mondo del cinema sconvolto dalla terribile notizia: l’attrice amatissima dal pubblico è stata uccisa a colpi di pistola in un parcheggio. Una notizia di cronaca nera che ha fatto il giro del mondo, sconvolgendo il mondo dello spettacolo.

Sulla vicenda nel frattempo sta indagando la polizia, ma la morte dell’attrice è lasciato un vuoto veramente incolmabile. L’artista era amata da tutti: amici, parenti e addirittura semplici conoscenti. Chi la conosceva la descrive oggi come “una forza della natura”. (Continua dopo la foto…)

Brutta disavventura per una famosa attrice italiana: come sta dopo l’aggressione

heath freeman

Morta Jonshel Alexander a colpi di pistola

Grave lutto nel mondo del cinema. La giovane attrice Jonshel Alexander è stata uccisa a colpi di pistola in un parcheggio. Aveva appena 22 anni ed è stata vittima di una sparatoria mentre si trovava in auto insieme a un uomo di cui non si conosce ancora l’identità. L’uomo è stato ferito e attualmente è ricoverato in ospedale in gravi condizioni. Nel frattempo, la polizia di New Orleans indaga sull’accaduto. La sparatoria si è verificata intorno alle 21 di mercoledì 1 dicembre nel blocco 1500 di North Claiborne Avenue.

Quando aveva 12 anni, Jonshel ha interpretato il personaggio di Joy Strong ne “Il Re della terra selvaggia”, film diretto da Benh Zeitlin e sceneggiato da Zeitlin e Lucy Alibar. La pellicola racconta la storia di una povera comunità bayou della Louisiana che lotta per sbarcare il lunario. Il regista l’ha voluta ricordare così: “Una persona meravigliosa, unica nel suo genere, indimenticabile, una forza della natura”. La mamma dell’attrice, Shelly Alexander, ha detto al Times-Picayune/The New Orleans: “Jonshel era esuberante, un’amante del jazz. Era il nostro mondo”. La morte della giovane artista lascia un vuoto incolmabile nel cuore dei suoi cari.