Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Piero Angela malattia, il drammatico annuncio mette i brividi: come sta

Piero Angela malattia, il drammatico annuncio mette i brividi: come sta

Piero Angela, classe 1928, è un divulgatore scientifico, giornalista, conduttore televisivo e saggista italiano. Noto soprattutto come ideatore e presentatore di trasmissioni di divulgazione in stile anglosassone, con cui ha dato vita a un filone documentaristico della televisione italiana, e per il suo giornalismo scientifico anche espresso in numerose pubblicazioni saggistiche. Ha iniziato la sua carriera come cronista radiofonico, divenendo poi inviato e affermandosi successivamente come conduttore del telegiornale Rai. In questi giorni Piero Angela ha parlato della sua malattia e ha lasciato i suoi fan completamente senza parole. Vediamo nel dettaglio come sta. (Continua a leggere dopo la foto)

Piero Angela malattia, il drammatico annuncio mette i brividi: come sta

Piero Angela quest’anno compirà 94 anni.  Un’età decisamente importante e che lo sta davvero mettendo alla prova. Raggiunto dai microfoni del Messaggero il noto giornalista ha dichiarato: “Sono con un piede nella fossa e uno sulla saponetta. Quando sono in piedi ho più di 90 anni, soffro di discopatia. Ma quando sono seduto ne ho 45”. Angela, però, ha sottolineato che lui non si vede diverso perché continua a fare le stesse identiche cose. Nonostante la discopatia, la malattia di cui Piero Angela soffre da diversi anni, il volto noto della televisione italiana continua per la sua strada. In occasione dell’intervista per il debutto dello spettacolo teatrale “I segreti del mare” ha spiegato il suo segreto per continuare ad avere energia. Per lui, infatti, il modo per andare avanti è tenere la testa occupata. Che dire? Tutti vorremmo arrivare alla sua età con la stessa forza e consapevolezza. (Continua a leggere dopo la foto)

Cos’è la discopatia?

Discopatia è un termine utilizzato dai medici per indicare una generica alterazione del disco intervertebrale, quella specie di cuscinetto interposto tra una vertebra e l’altra con lo scopo di facilitare i movimenti ed ammortizzare gli urti. Come riportato da My Personal Trainer, le conseguenze più gravi di una discopatia sono legate alla riduzione della capacità ammortizzante del disco e alla contemporanea perdita dei normali rapporti tra una vertebra e l’altra. L’insieme di questi processi favorisce l’erniazione discale e può portare, col passare degli anni, alla comparsa di artrosi vertebrale. Queste anomalie possono irritare le strutture nervose adiacenti, scatenando dolore. La terapia di una generica discopatia è fondamentalmente non invasiva e basata sull’utilizzo della fisiochinesiterapia, eventualmente associata a trattamento farmacologico con analgesici ed antinfiammatori. Solo nei casi più gravi, dopo il fallimento del trattamento conservativo, è necessario intervenire chirurgicamente.

Piero Angela contro certi virologi: “Nessuno è in grado di fare previsioni”

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor