Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Amadeus lascia il Festival di Sanremo? Le parole di Lucio Presta non lasciano dubbi

amadeus lascia sanremo

News Tv. Amadeus lascia Sanremo. La settentatreesima edizione del Festival di Sanremo sarà la quarta consecutiva condotta da Amadeus. Al conduttore e direttore artistico della kermesse musicale c’è chi chiede di restare, chi invece di abbandonare la nave. Lui, però, sembra aver già preso la sua decisione. (Continua…)

LEGGI ANCHE: “Tali e Quali Show” 2023, eletto il vincitore: ecco chi è

Amadeus lascia Sanremo?

Da quattro anni, Amadeus è il padrone del Festival di Sanremo. Il conduttore e direttore artistico è riuscito ad invertire la tendenza, stracciando i risultati dei suoi predecessori, battendo record su record. La settantatreesima edizione sarà la quarta consecutiva con Amadeus alla conduzione (e ovviamente alla direzione). Anche il prossimo anno dovrebbe esserci lui a condurre sul palco dell’Ariston. Poi quale sarà la decisione di Amadeus e soprattutto della Rai? Decideranno di rinnovare il sodalizio oppure si lasceranno (per sempre)?

Ad Amadeus c’è chi chiede di restare, come il suo amico e collega Rosario Fiorello, chi invece consiglia di andare via. Lui, nel frattempo, sembra aver già preso una decisione. A comunicarla è il suo storico manager, Lucio Presta, in un’intervista rilasciata a Francesco Prisco del Sole 24 Ore. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: “Sanremo”, Amadeus lo condurrà per la quarta volta? La rivelazione a “Che tempo che fa”

sanremo 2022 amadeus

Le parole di Lucio Presta nell’intervista

Amadeus lascia il Festival di Sanremo? In un’intervista rilasciata al Sole 24 Ore, il manager Lucio Presta confessa: “Quello del 2024, che faremo sempre con Amadeus, sarà il decimo per me, poi saluto Sanremo“. Lucio Presta, dunque, si appresta a salutare per sempre il Festival di Sanremo e se così fosse anche Amadeus potrebbe decidere di non salire nuovamente sul palco dell’Ariston.

In merito a quest’anno, invece, Presta racconta: “Anche Sanremo in un certo senso è diventato una serie Tv. Siamo nell’epoca della serialità e il Festival non fa eccezione. Ci siamo inventati un nuovo modo di raccontare, all’interno del Festival, e un nuovo modo di raccontare il Festival. Una volta funzionava che un direttore artistico, alla vigilia della kermesse, concedesse un’intervista esclusiva a questo o quel giornale su che cosa sarebbe successo all’Ariston, magari facendo infuriare tutti gli altri. La comunicazione sul Festival, con questo schema, si concentrava in poche settimane dell’anno. Con le ultime edizioni di Amadeus ci siamo detti: abbiamo il più grande strumento di comunicazione generalista del Paese che si chiama Tg1, costruiamo attraverso di esso una narrazione che abbracci più mesi e faccia discutere il pubblico per buona parte dell’anno“.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure