Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Berlusconi chiama Mentana in diretta a Tg La7: cos’è successo

Berlusconi chiama Mentana in diretta a Tg La7: cos’è successo

Berlusconi chiama Mentana durante la diretta di Tg La7: cos'è successo

News Tv. Berlusconi chiama Mentana durante la diretta del Tg La7. Il Cavaliere aveva qualcosa di molto importante da dire al giornalista, che poi ha fatto da tramite tra lui e il pubblico da casa. Enrico Mentana ha riferito ai telespettatori quanto gli è stato comunicato da Silvio Berlusconi in diretta nazionale. Cosa aveva di così urgente da dirgli da interrompere la diretta del Tg La7?

Berlusconi chiama Mentana in diretta tv: il motivo

Berlusconi chiama Mentana durante il Tg: cosa gli ha detto

Il giornalista stava proprio parlando di Silvio Berlusconi durante il Tg La 7. In particolare stava discutendo della posizione del leader di Fratelli d’Italia pro Putin. Mentana ha interrotto il suo servizio per rispondere in diretta tv al Cavaliere. “Era Silvio Berlusconi, come avete intuito, e ci pregava di riassumere quello che dirò, cercando di essere il più fedele possibile”, ha spiegato la situazione il giornalista.

“Le parole registrate vanno inquadrate in un discorso più generale di cui si è preso solo questo aspetto, che era il racconto di una preoccupazione generale – sto citando Berlusconi – riguardo al clima che si è creato nel rapporto tra Russia, Europa ed Occidente, con il governo degli Stati Uniti che ha disatteso le premesse multilaterali date da Donald Trump e con una situazione che è diventata sempre meno favorevole, anche perché dopo 23 anni si è creata una situazione con un solo beneficiario, la Cina”. Berlusconi teme una rottura tra Europa e Russia, “che in qualche modo interrompeva una spirale già rallentata dopo gli accordi di Pratica di Mare, con il fatto che la Cina potesse approfittare di tutto questo. Questa è la contestualizzazione dell’interessato e che era alla base delle sue parole”. Infine Mentana ha concluso: “Una posizione che è diversa da quella del governo italiano e dalla leader del futuro governo di centrodestra”.

Leggi anche: Silvio Berlusconi, la fidanzata Marta Fascina rompe il silenzio e fa un pesante annuncio

Il motivo dell’intervento di Silvio Berlusconi

È diventata virale e pesantemente criticata la posizione di Berlusconi riguardo alla guerra in Russia. Sarebbero stati resi noti due audio, nei quali il Cavaliere parla proprio di questo. Si parla di “secondo audio” in quanto il nuovo documento, trasmesso in esclusiva da ‘LaPresse’, è arrivato dopo un primo materiale. Nel secondo audio, oggetto della diretta di Enrico Mentana interrotta da Berlusconi, sono emersi attacchi contro Zelensky al quale il Cav ha attribuito al leader ucraino la responsabilità dell’invasione russa.

“L’Ucraina butta al diavolo questo trattato un anno dopo e comincia ad attaccare le frontiere delle due repubbliche. Le due repubbliche subiscono vittime tra i militari che arrivano, mi si dice, a 5-6-7mila morti. Arriva Zelensky, triplica gli attacchi“, dice il Cavaliere nell’audio. Berlusconi ha un’idea diversa su come sono andate le cose in Ucraina. Negli audio ha ricordato che nel 2014, dopo l’invasione della Crimea e gli scontri tra le forze ucraine e i separatisti filorussi nel Donbass, si firmò un accordo tra l’Ucraina e le due autoproclamate repubbliche del Donbass. Secondo il leader di Forza Italia i filorussi, “disperati” per gli attacchi ucraini, si sarebbero rivolti a Vladimir Putin. Nel suo racconto Putin è restio a intervenire e quasi costretto dai suoi. “Lui è contrario a qualsiasi iniziativa, resiste, subisce una pressione forte da tutta la Russia. E allora si decide a inventare una operazione speciale”, spiegava il Cav.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure