Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Chi l’ha visto?”, il dramma di Giuseppina con figlio malato

“Chi l’ha visto?”, il racconto di Giuseppina sul figlio malato

«Quando vado a dormire chiudo la porta con la chiave perché ho paura che mi uccida, si sentono tante cose brutte in televisione, io ho paura. Me ne dice di tutti i colori, mi spinge, mi tira i capelli. Ho nascosto i coltelli, ho fatto le denunce ma non servono a nulla», ha raccontato Giuseppina. (continua a leggere dopo le foto)

I problemi mentali, il rientro dal Canada e…

Quando il ragazzo ha litigato con un suo coetaneo, sono arrivati i carabinieri che lo hanno portato a Messina, in Sicilia. Il giovane è finito in un ospedale psichiatrico giudiziario, dove è rimasto sei mesi. Poi la scoperta della sua malattia mentale. Dopo un’iniziale cura, il figlio si è ribellato, non volendo prendere le medicine. Per allontanarlo dalla droga, dall’alcol e dalle macchinette, il figlio è rientrato in Canada, ma la madre è andata a riprenderlo dopo due anni. In Italia subisce 5 TSO, che tuttavia non sortiscono gli effetti sperati. Durante la pandemia è stata necessaria una figura che tutelasse la figura del ragazzo che non riusciva a stare dentro casa. La donna, assieme all’amministratore di sostegno, chiede aiuto a “Chi l’ha visto?” per il figlio in difficoltà.

Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure