Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Lutto nel mondo della musica, è morto a 51 anni: triste annuncio

Lutto nel mondo della musica, è morto a 51 anni: triste annuncio

Il mondo della musica colpito da un grave lutto. È morto all’età di 51 anni dopo aver lottato a lungo con la malattia. Alla fine, però, ha dovuto arrendersi. La notizia della sua scomparsa è stata annunciata poco fa ed ha mandato nello sconforto l’intero ambiente. La sua morte lascia un vuoto incolmabile. L’artista era stimato e voluto bene da tutti. La sua presenza sarà difficile da rimpiazzare. (Continua dopo la foto…)

Lutto nel mondo della musica: è morto a 51 anni

Grave lutto nel mondo della musica: l’artista è morto all’età di 51 anni. La notizia della sua scomparsa ha lasciato tutti senza parole. Nessuno, infatti, si sarebbe aspettato un annuncio del genere. L’artista scomparsa era stimato da tutti nell’ambiente. La sua presenza sarà difficile da sostituire nel cuore dei suoi cari. Tutti gli volevano un gran bene e gli sono stati vicini in questa dura battaglia che l’ha visto uscire perdente, anche se a testa alta. L’artista, infatti, ha lottato fino all’ultimo dei suoi giorni, quando ha dovuto alzare bandiera bianca. Tantissimi messaggi di cordoglio e di affetto apparsi sui social. Non lo dimenticheranno mai. (Continua dopo la foto…)

Lutto a Brindisi, è morto lo stilista Antonio Maria Martini: triste annuncio

È morto Alessandro Carletti

Lutto nel mondo della musica: è morto, ad appena 51 anni, il bassista Alessandro Carletti. Egli ha fatto parte a lungo dei Dna, una delle cover band dei Pink Floyd in Italia. Per gli amanti del genere Carletti era una vera e propria leggenda. È morto nel giorno di Pasqua all’hospice di Loreto. Ormai era consumato dalla malattia, che non gli ha lasciato scampo. La notizia della morte di Alessandro è stato uno choc per i tutti.

Carletti era anche un programmatore alla TeamSystem di Pesaro, ma la musica e i Pink Floyd sono stati da semre le sue ragioni di vita. Il bassista non era sposato e non aveva figli. Aveva un legame molto forte con la sua adorata mamma, mentre aveva perso il papà quando era ancora bambino.

La sua vecchia band, i Dna, l’hanno voluto ricordare così: “Quando un amico ci lascia, restano le immagini, i suoni, le parole, i gesti di quello che con lui abbiamo condiviso. In parte, in minima parte, alleviano il dolore che ci paralizza, ci mozza il respiro”.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor