Home » “Succederà da un momento all’altro”: l’annuncio a chi non ha fatto la dose del vaccino

“Succederà da un momento all’altro”: l’annuncio a chi non ha fatto la dose del vaccino

Arriva a sorpresa un annuncio per chi non ha fatto la dose del vaccino anti-Covid. Un fulmine a ciel sereno per tutti coloro che avevano deciso di non immunizzarsi. Potrebbe infatti succedere da un momento all’altro. Di seguito vi spieghiamo nel dettaglio cosa potrebbe succedere. (Continua dopo la foto…)

annuncio dose

Annuncio per chi non ha fatto la dose del vaccino

L’Italia continua ad immunizzare i propri cittadini. Il vaccino al momento è l’unica arma per contrastare la diffusione del Covid-19. Il virus ha provocato migliaia e migliaia di vittime nel nostro paese e il suo corso non è ancora terminato. I contagi, infatti, sono nuovamente in aumento. È per questo motivo che il governo spinge per somministrare la terza dose del vaccino anti-Covid a chi ne ha già somministrate due, mentre per chi ha deciso di non immunizzarsi è in arrivo un annuncio inaspettato. Potrebbe succedere da un momento all’altro. (Continua dopo la foto…)

Cosa provoca il Covid ai non vaccinati? Matteo Bassetti risponde con delle immagini

Vaccino Covid-19, novità sulla terza dose: si potrà fare al supermercato

Cosa potrebbe succedere

In Italia, almeno l’80% delle persone sono protette da coronavirus con almeno una dose di vaccino. I contagi, però, sono nuovamente in aumento. È per questo motivo che il commissario Figliuolo ha in mente un piano B per completare l’immunizzazione. Il commissario per l’emergenza vuole vaccinare le persone restanti a domicilio, con le forze dell’ordine che vanno a bussare casa per casa a scovare no vax e scettici.

“Siamo pronti a immunizzare casa per casa – ha annunciato il commissario Figliuolofino a Natale abbiamo la disponibilità di 500mila dosi al giorno”. Oggi, invece, prende il via la vaccinazione per i bambini da 5 a 11 anni: “le Regioni hanno registrato un buon aumento delle prenotazioni. Noi siamo pronti a vaccinare tutta la platea. Credo molto nel ruolo sempre più importante che stanno giocando i pediatri di libera scelta, persone di fiducia e di riferimento per le famiglie”, ha spiegato il commissario a La Stampa.

Il target che Figliuolo si è prefissato è quello di 500mila dosi al giorno nei giorni feriali e 300-350 mila nei festivi, da qui al 26 dicembre. Il commissario ha inoltre assicurato l’aiuto dell’esercito alle Asl in affanno con l’attività di tracciamento, fondamentale per contrastare l’espandersi dei focolai.
“Guardando ai numeri, il bilancio della campagna vaccinale basata sul piano elaborato subito dopo la mia nomina da parte del presidente Mario Draghi è senz’altro positivo”, ha osservato Figliuolo.