Home » “Draghi ha deciso”: la bella notizia per gli italiani

“Draghi ha deciso”: la bella notizia per gli italiani

Finalmente arriva una bella notizia per gli italiani. Dopo un periodo di tribolamento, possono tornare a sorridere. Il premier Mario Draghi, infatti, sembra aver preso una decisione molto importante. Riguarda un bonus che arriverà per gli italiani e potrebbe essere sfruttabile già dal prossimo anno. Di seguito vi forniamo maggiori dettagli. (Continua dopo la foto…)

draghi

Draghi ha una bella notizia per gli italiani

Potrebbe arrivare una bella notizia per tutti i cittadini italiani. Il premier Mario Draghi sembrerebbe intenzionato ad inserire il bonus nella Legge di Bilancio 2022. Sarebbe un’occasione ghiotta per tutti quegli italiani che sono in condizione di poterla sfruttare.

L’anno che volge al termine è stato un anno di ripresa dal punto di vista sanitario dopo lo scoppio della pandemia nel 2020, ma le condizioni in cui versa il paese sono ancora instabili, soprattutto dal punto di vista economico. La crisi imperversa nel paese ed urgono manovre per riportare il sorriso sul volto degli italiani. Il premier è al lavoro per approvare la nuova Legge di Bilancio, nella quale ci saranno importanti provvedimenti. Tra questi il bonus che accontenterebbe gran parte degli italiani. (Continua dopo la foto…)

Mario Draghi pronto a dimettersi: l’indiscrezione fa tremare Palazzo Chigi

Arriva la proroga del Superbonus 110%

Il premier Mario Draghi sta pensando di prorogare il Superbonus 110% per le villette unifamiliari, senza limiti di Isee. La conferma potrebbe arrivare con l’approvazione finale da parte del Parlamento della Legge di Bilancio 2022. Il Superbonus potrebbe essere prorogato alle stesse condizioni attuali fino al 30 giugno 2022.
Architetti e ingeneri hanno sottolineato come il Superbonus 110% sia stato fondamentale per il settore edile, in ripresa dopo anni di difficoltà. Numerosi partiti, però, chiedono di eliminare definitivamente anche il tetto Isee, ma al momento, si apprende da fonti di governo, il limite rimarrebbe. Per quanto riguarda gli appartamenti in condomìni, pare sia previsto un meccanismo di “decalage”, che ridurrà l’importo del beneficio al 70% a partire dal 2024 e al 65% nel 2025. Nella versione finale della Manovra dovrebbe trovare spazio anche la proroga della cessione del credito e dello sconto in fattura per tutti i bonus edilizi, come l’ecobonus, il bonus facciate e il bonus ristrutturazione. La Cessione del credito a un terzo intermediario e lo sconto in fattura hanno permesso a chi ne ha usufruito di sfruttare subito i vantaggi fiscali previsti, senza dover attendere le detrazioni dall’Irpef negli anni successivi ai lavori edilizi.