Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Fatima, la profezia del vescovo di Mosca: “Una fantastica notizia sulla guerra”

Fatima, la profezia del vescovo di Mosca: “Una fantastica notizia sulla guerra”

Subito dopo l’inizio della guerra in Ucraina, sono emerse numerose profezie da Nostradamus alla veggente Baba Vanga, passando per la fine del mondo annunciata dai Maya. Un’altra profezia memorabile arriva direttamente dall’Ucraina e riguarda la Madonna apparsa a Hrushiv. Era il 12 maggio 1914 quando la Vergine Maria apparve a 22 contadini che in quel momento stavano lavorando nei campi. La Madonna riportò loro un messaggio che in molti videro come preludio delle parole consegnate ai pastorelli di Fatima nel 1917. Parole che risuonano ora come una vera e propria profezia. E proprio oggi papa Francesco compirà un gesto che passerà alla storia. Vediamo cosa sta accadendo nel dettaglio. (Continua dopo la foto)

Fatima, la profezia del vescovo di Mosca: “Una fantastica notizia sulla guerra”

Nel 1914 la Madonna disse queste parole: «Ci sarà la guerra. La Russia diventerà un paese senza Dio. L’Ucraina, come nazione, soffrirà terribilmente per 80 anni e dovrà sopravvivere alle guerre mondiali, ma in seguito sarà libera». Oggi, 25 Marzo 2022, accadrà un evento tanto atteso, ovvero quello della consacrazione al Cuore di Maria della Russia e dell’Ucraina. Se ne occuperà Papa Francesco, ma insieme a lui pregheranno tutti i vescovi del mondo. Il vescovo di Mosca Paolo Pezzi ha spiegato in un articolo sul Sussidiario che significato ha questo atto: «Se è vero, come dice Dante nel suo bellissimo inno alla Vergine, che Maria “è di speranza fontana vivace”, allora consacrare al suo Cuore Immacolato il nostro cuore meschino, ma pulsante di un desiderio ultimo di felicità, significa non spegnere quella fiammella del desiderio che è in noi. Il Cuore aperto a Dio, purificato dalla contemplazione di Dio è più forte dei fucili e delle armi di ogni specie». Questo gesto potrebbe davvero fermare la guerra? Vediamo cosa ha aggiunto il vescovo di Mosca. (Continua a leggere dopo la foto)

“La vittoria sulla morte e sul male”

Il Papa ha deciso di compiere questo atto dopo aver ascoltato i vescovi ucraini, che il 2 marzo scorso avevano chiesto “a Vostra Santità di compiere pubblicamente l’atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria dell’Ucraina e della Russia, come richiesto dalla Beata Vergine a Fatima”. Infine, il vescovo ha concluso così il suo articolo sul Sussidiario: «La consacrazione al Cuore Immacolato di Maria diviene allora un domandare che ‘l’inizio di ogni giornata sia un sì al Signore che ci abbraccia e rende fertile il terreno del nostro cuore per il compiersi della Sua opera nel mondo, che è la vittoria sulla morte e sul male».

Terza guerra mondiale, la profezia del veggente texano: ecco quando scoppierà

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor