Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Green Pass per i viaggi, la notizia è appena arrivata: cosa è successo

Green Pass per i viaggi, la notizia è appena arrivata: cosa è successo

Secondo quanto riferito da “Il Paragone” in Italia il ritorno del Green pass è dietro l’angolo: “Il bombardamento mediatico sull’aumento dei contagi è l’anticamera del ritorno di obblighi, divieti, restrizioni, licenziamenti, vaccini e Green pass. Non solo da noi, però, visto che è notizia di queste ore che anche l’esecutivo francese ha evocato la possibilità di reintrodurre il Green pass, ma solamente per i viaggi”, scrivono dal sito. Cosa ci aspetta dunque? (Continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Addio euro, a Bruxelles la fine di un’era: “Vandalizzato da anni”

Green Pass

Green Pass per i viaggi, la notizia è appena arrivata: cosa è successo

In Francia la prima ministra Elisabeth Borne ha presentato al Consiglio dei ministri un nuovo progetto di legge sull’emergenza sanitaria in cui si evoca il ritorno della certificazione verde per i viaggi. La bozza, stando a quanto riferito da “Today”, sarà esaminata da lunedì prossimo all’Assemblea nazionale. “Permetterà di estendere alcune disposizioni assolutamente essenziali per affrontare la continua epidemia di Covid-19 nel nostro Paese”, le parole dell’ex Ministro della Salute e portavoce del governo Olivier Véran al termine del Cdm. (continua a leggere dopo le foto)

Green Pass

Green Pass

Un pass alle frontiere, di che si tratta

Il testo in questione non prevede l’estensione oltre il 31 luglio della possibilità di ristabilire lo stato di emergenza sanitaria, né un pass sanitario o vaccinale per limitare l’accesso a determinati luoghi o raduni. A partire da tale data, “se la situazione lo richiedesse, cioè in caso di una nuova variante, ad esempio, di poter ristabilire un sistema di pass, ma un pass alle frontiere o tra il territorio metropolitano e i territori d’oltremare”, ha spiegato Véran. (continua a leggere dopo le foto)

Green Pass

Green Pass

Anche il Parlamento europeo ha prorogato la validità del Green Pass per i viaggi all’interno dell’Ue

Anche il Parlamento europeo ha prorogato la validità del Green Pass per i viaggi all’interno dell’Unione europea per un altro anno, fino a giugno 2023. Per assicurare che i cittadini dell’Unione possano beneficiare del diritto alla libera circolazione indipendentemente dall’evoluzione della pandemia COVID-19, la Plenaria ha dato il via libera ai negoziati con i governi UE per prorogare di ulteriori 12 mesi la validità del certificato digitale COVID dell’UE, in scadenza il prossimo 30 giugno. Oltre a prorogare la validità del certificato fino al 30 giugno 2023, le modifiche approvate consentiranno ai Paesi UE di rilasciare certificati relativi anche a nuovi tipi di test antigenici. Come si legge sul sito ufficiale la plenaria ha approvato il mandato con 432 voti favorevoli, 130 contrari e 23 astenuti (regolamento per i cittadini dell’UE) e 441 voti favorevoli, 132 contrari e 20 astenuti (cittadini di paesi terzi). Leggi anche l’articolo —> “Addio ai tamponi”, ora cambia tutto: la scoperta

 

 

 

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004